Università (foto di repertorio)
Università (foto di repertorio)

Siena, 2 dicembre 2019 - Dopo la bufera scoppiata a Siena per i tweet filonazisti del professor Emanuele Castrucci, e la conseguente polemica politica approdata perfino in Parlamento e al Governo, da più parti si moltiplicano gli inviti all'ateneo senese perché Castrucci venga allontanato dall'insegnamento.

Ma qual è la posizione dell'Università di Siena? "Il rettore Francesco Frati personalmente e in nome e per conto dell'Universita di Siena ha condannato con fermezza i contenuti filo-nazisti del post pubblicato su Twitter dal Prof. Emanuele Castrucci. L'Ateneo che ho l'onore di rappresentare - ha detto Frati in una nota - si è sempre caratterizzato per il forte impegno anti-fascista e combatte con forza tesi revisioniste neonaziste ed ogni forma discriminatoria nei confronti di qualsiasi popolo. Le vergognose esternazioni del prof. Castrucci offendono la sensibilità dell'intero Ateneo; ho già dato mandato agli uffici di attivare provvedimenti adeguati alla gravità del caso".

"Ho sentito il rettore Francesco Frati che mi ha subito comunicato la sua intenzione di prendere provvedimenti. Bene. Su queste cose non si scherza. Mai", ha scritto su Twitter il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti,

"Inaccettabili" i contenuti dei "post attribuiti al professor Emanuele Castrucci", secondo Stefano Pagliantini, direttore del dipartimento di giurisprudenza dell'Università di Siena di cui fa parte Castrucci, aderendo "a titolo personale e a nome del dipartimento", al comunicato del rettore. Pagliantini aggiunge poi che "l'inequivoca linea scientifica e culturale del dipartimento è concretamente attestata, tra l'altro, dalle molteplici iniziative assunte in questi anni. Esemplificativamente: convegno in memoria del prof. Guido Tedeschi, insigne civilista dell'Università di Siena, destituito dall'insegnamento a seguito dell'emanazione delle leggi razziali fasciste; convegno su 'L'Italia a 80 anni dall'emanazione delle leggi razzialì e relativa pubblicazione degli atti; Summer school 'Diritti umani e terrorismò frutto di una collaborazione tra il dipartimento di giurisprudenza, il ministero degli Esteri israeliano - Ambasciata di Roma e tre Università israeliane (Università Ebraica di Gerusalemme, Ben Gurion University e Bar-Ilan University); progetto per l'attribuzione di assegni di ricerca in ambito culturale in collaborazione con la Sinagoga di Siena e la Comunità Ebraica di Firenze".