Siena, 11 luglio 2018 - Hanno strattonato e poi inseguito il capotreno che non voleva farli salire sul convoglio perché ubriachi. È quanto accaduto ieri sera alla stazione di Siena, protagonisti 3 giovani, due albanesi di 21 e 22 anni domiciliati nel senese e un 26enne italiano residente in provincia di Latina, poi rintracciati dalla polizia anche grazie ad alcuni testimoni e quindi denunciati.

Dagli accertamenti è emerso anche che i 3, non nuovi a episodi del genere riferisce la questura di Siena, avrebbero danneggiato alcune suppellettili all'interno della stazione ferroviaria e il finestrino di un treno. Resistenza, lesioni personali, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento i reati contestati ai tre giovani.

Sempre ieri nei pressi della stazione la polizia, a seguito di una segnalazione al 113, è intervenuta per una rissa tra stranieri. Una volta giunti sul posto i poliziotti hanno visto che dei giovani extracomunitari si stavano picchiando, mentre altri erano riusciti a dileguarsi. Due di loro sono stati subito fermati ed identificati: si tratta di richiedenti asilo di origine nigeriana, di 21 e 27 anni. Un terzo nigeriano, 25enne, che avrebbe partecipato alla rissa, è stato identificato successivamente. Tutti e tre sono stati denunciati per rissa e anche sanzionati per manifesta ubriachezza. All'esito degli accertamenti il questore ha disposto nei loro confronti l'ordine di allontanamento dall'area della stazione.