Uno scorcio di via Vivaldi
Uno scorcio di via Vivaldi

Siena, 5 dicembre 2018 - Da viale XXIV Maggio a via Martiri di Scalvaia, da Scacciapensieri a Sant’Andrea a Montecchio. Le strade groviera sono un po’ ovunque in città. Il manto stradale pieno di crepe, buche e dislivelli è un disagio condiviso, ma non per questo meno fastidioso. A dimostrarlo sono le innumerevoli segnalazioni che arrivano quotidianamente da ogni zona, fuori e dentro le mura, ma che non sempre vengono ascoltate e prese in considerazione.

Ne sanno qualcosa i residenti di via Vivaldi. È passato quasi un anno da quando gli abitanti evidenziarono al Cittadino Cronista le tante problematiche di questa strada, già più volte fatte presenti nel tempo alle varie amministrazioni comunali, e ancora oggi versa nelle stesse condizioni. Asfalto logorato, con buche e crepe che lo rendono impraticabile, e marciapiedi che non sono da meno: camminarci sopra significa temere giustamente per la propria incolumità, soprattutto per i più anziani.

Il dubbio però non sussiste perchè pur volendo sono inutilizzabili, bloccati dalle tante auto parcheggiate sopra che ostruiscono anche l’entrata e l’uscita dalle abitazioni.

Inutili i cartelli di divieto di sosta che vengono tranquillamente ignorati. La strada, privata ad uso pubblico, è in una posizione strategica, la sua vicinanza al centro città e al palazzetto della Virtus la rende uno dei parcheggi più ricercati e quindi una delle vie più trafficate. Abbandonata l’idea di camminare sui marciapiedi, non rimane che proseguire per strada, sempre se si riesce a passare.

Le macchine parcheggiate da ambo i lati, oltre a bloccare i marciapiedi, restringono anche la carreggiata. Se aggiungiamo poi il fatto che in quella via ci sia ancora il doppio senso di marcia, è facile avvertire il disagio anche senza viverci. Le proteste dello scorso anno avevano avuto risposta nell’apertura della stradina sottostante che doveva servire a rendere via Vivaldi a senso unico, eppure ancora non è così.

La viabilità e la riqualificazione di questa strada sono state al centro del consiglio comunale della scorsa settimana. Forse il prossimo potrebbe essere l’anno giusto per via Vivaldi. Staremo a vedere.