Il senatore Matteo Renzi turista ’non-per-caso’ ieri a San Gimignano: il leader di Italia Viva, con il consigliere regionale Stefano Scaramelli e l’europarlamentare Nicola Danti, ha tagliato il nastro della nuova sede del comitato in via XX Settembre insieme al coordinatore Gabriele Marzi, a Cecilia Bassi, Roberto Fanciullini e ad altri renziani di ieri e di oggi. Presente anche il vicesindaco Nicolò Guicciardini mentre in piazza Duomo c’è stato l’abbraccio con...

Il senatore Matteo Renzi turista ’non-per-caso’ ieri a San Gimignano: il leader di Italia Viva, con il consigliere regionale Stefano Scaramelli e l’europarlamentare Nicola Danti, ha tagliato il nastro della nuova sede del comitato in via XX Settembre insieme al coordinatore Gabriele Marzi, a Cecilia Bassi, Roberto Fanciullini e ad altri renziani di ieri e di oggi. Presente anche il vicesindaco Nicolò Guicciardini mentre in piazza Duomo c’è stato l’abbraccio con il sindaco Andrea Marrucci. Tra saluti ai commercianti e ai turisti durante la passeggiata, Renzi ha sottolineato: "E’ vero quello che dice la gente: i politici si fanno vedere solo in campagna elettorale. Ha ragione. Qualche politico lo fa. Noi no, proprio in questa meravigliosa e impressionante realtà da cui mancavo – ha confessato quasi scusandosi – fin da quando ero un giovane studente in gita con la scuola, abbiano messo nel nostro governo 5 milioni e 600mila euro per l’edilizia scolastica. E abbiamo investito sugli altri settori del paese e sul turismo. A differenza di altri siamo sempre in prima linea sul turismo e San Gimignano ne è esempio, spero che Italia Viva faccia un buon risultato, nonostante il virus". E sulla riapertura delle scuole: "Prima di tutto riapriamo gli istituti scolastici, poi daremo le pagelle al ministro Azzolina. Un paese che apre le discoteche e non apre le scuole non è un paese credibile. Italia Viva da marzo aveva detto di pensare alla scuola… ". E poi sul voto regionale: "Se vince Giani la Regione investe 2,5 miliardi e gestisce la sanità come hanno fatto bene sia l’assessore Saccardi sia Stefano Scaramelli in commissione regionale. Se invece vince la Ceccardi, la Toscana perde 2,5 miliardi e mezzo sulla sanità. La tassa leghista". Un passaggio anche sul referendum: "Oggi ci danno tutti ragione, non dateci ragione date il voto a Italia Viva".

Lo stesso Scaramelli ha ricordato che "negli anni del Governo Renzi San Gimignano ha ricevuto un altissimo stanziamento per l’edilizia scolastica. Sicurezza e ammodernamento di tutto il patrimonio scolastico, puntando l’attenzione al tema della scuola e della formazione". Poi ha precisato: "Resta solo da realizzare della nuova scuola elementare del capoluogo in corso di progettazione esecutiva e inserita nella programmazione fondi 2018-2020, non finanziata".

Romano Francardelli