Mister Scazzola in conferenza stampa
Mister Scazzola in conferenza stampa
Siena, 7 aprile 2017 – Cattiveria, compattezza e intensità: ecco la ricetta dell’allenatore bianconero Cristiano Scazzola alla vigilia della gara con il Renate. “Serve un risultato positivo per allontanarci una volta per tutte dalla zona play out – spiega il mister in conferenza stampa -: dovremo avere più fame di loro, che sono squadra organizzata e di categoria, dovremo metterci agonismo, ma senza commettere quegli errori che ci sono sempre costati fin troppo cari, vedi nella partita con la Cremonese. Con le numerose assenze a cui far fronte, scenderanno in campo tanti giovani, che tanto ormai ci sono abituati: dovranno essere bravi a metterci quel qualcosa in più che fino a ora ci è mancato soprattutto in casa, dove abbiamo perso troppi punti per strada”.

Le defezioni di cui parla sono quelle dello squalificato Marotta e degli infortunati Campagnacci e Castiglia, il cui recupero è ancora molto lontano, cui si è aggiunto oggi anche Gentile, alle prese con un problema muscolare che sarà valutato nelle prossime ore. Senza dimenticare che anche D’Ambrosio, Terigi e Freddi hanno recuperato sì, ma non sono al top della condizione. Da considerare anche che il prossimo turno di campionato, per le festività pasquali, si giocherà giovedì, con la Robur impegnata a Lucca alle 20,30.

Di seguito l’elenco dei ventidue convocati per Siena-Renate: Bordi, Bunino, Ciurria, D’Ambrosio, Di Stasio, Freddi, Ghinassi, Grillo, Guerri, Iapichino, Ivanov, Jawo, Moschin, Panariello, Romagnoli, Rondanini, Saric, Secondo, Stankevicius, Steffè, Terigi, Vassallo.

Ad arbitrare il match sarà Gariglio della sezione di Pinerolo. Gli assistenti saranno Enrico Montanari della sezione di Ancona e Simone Teodori della sezione di Fermo. Il fischietto Piemontese, al primo anno di Lega Pro, non ha precedenti con la Robur.

L’apertura dei cancelli dello stadio Franchi, in occasione della gara con il Renate, avverrà domani alle 13 e dalla stessa ora saranno attive le biglietterie del sottopassaggio La Lizza e, per gli ospiti fidelizzati, quella adiacente la statua di Santa Caterina. Agli ingressi della curva, della gradinata e della tribuna, saranno inoltre presenti dei punti di raccolta fondi per il progetto ‘Il grande cuore della C’ che ha l’obiettivo di dotare ogni stadio di un defibrillatore anche per il pubblico.