La fortezza di Sarzana – Foto: viti/iStock
La fortezza di Sarzana – Foto: viti/iStock

Sarzana, 30 luglio 2020 - La XVII edizione del festival della Mente si terrà a Sarzana da venerdi' 4 a domenica 6 settembre. Il primo festival europeo dedicato alla creativita' e alla nascita delle idee e' promosso dalla fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana e ha la direzione di Benedetta Marietti (www.festivaldellamente.it). Quest'anno la manifestazione si presenta con un format nuovo, rivisitato, ma che mantiene l'impronta tradizionale e riconoscibile nel rispetto delle norme di contenimento del virus Covid-19.

Sono 20 gli incontri in presenza di pubblico, contemporaneamente trasmessi in live streaming, per allargare la comunita' del festival oltre i confini della citta'; quattro di questi incontri saranno ibridi, con un relatore a Sarzana che dialoga a distanza con un ospite in collegamento video. Il programma comprende anche sei contributi video di ospiti internazionali, realizzati appositamente per il festival e visibili solo online, sul sito e sui canali Facebook e YouTube nei tre giorni della manifestazione. Il filo conduttore di questa edizione e' il 'sogno', una parola dai molteplici significati, letterali o metaforici, che puo' essere declinata e interpretata in modo diverso dai relatori in ambito umanistico, scientifico, artistico, che rispecchia la natura multidisciplinare del festival e che si presta a generare riflessioni sul mondo contemporaneo.

Aprira' il festival una lectio magistralis dell'immunologo Alberto Mantovani su 'Immunita', dal cancro al Covid-19: sogni e sfide'. A parlare del 'sogno' in letteratura diversi giornalisti e scrittori, tra cui Eshkol Nevo, Paolo Di Stefano e l'iraniano Kader Abdolah. Presente anche lo storico Alessandro Barbero, che terra' una lezione dedicata a 'Il sogno nella letteratura medioevale', mentre il neuroscienziato Telmo Pievani terra' una conferenza-spettacolo per raccontare al pubblico quella che in filosofia della scienza si chiama 'serendipita''.

Non manchera' uno sguardo sulla storia dell'arte con Anna Ottani Cavina e i 'Sogni dipinti' in eta' romantica e con la videoartista svizzera Ursula Biemann. Tra gli altri, rifletteranno sui sogni dell'individuo e della societa' l'antropologa Arianna Cecconi e lo psicanalista e sociologo Luigi Zoja. Sbarcano a Sarzana anche il monologo 'Chiedimi se sono di turno', con il comico Giacomo Poretti, e la compagnia di danzatori contemporanei Abbondanza/Bertoni. Sei i contributi video realizzati da pensatori italiani e internazionali appositamente per il festival, che non dimentica i piu' piccoli e dedica loro tre eventi a cura di Francesca Gianfranchi. Torna anche quest'anno parallelaMente, rassegna off giunta alla settima edizione. I biglietti, a parte la lezione inaugurale gratuita con biglietto, sono a 4 euro per le conferenze, a 10 euro per gli spettacoli. Tutti gli eventi sono visibili anche online gratuitamente nei tre giorni della manifestazione su www.festivaldellamente.it e sui canali Facebook e Youtube, a eccezione degli spettacoli, delle due passeggiate per bambini e di parallelaMente. Informazioni e prevendite disponibili dal 6 agosto sul sito www.festivaldellamente.it.