La locandina di "Vero dal vivo"
La locandina di "Vero dal vivo"

La Spezia, 30 novembre 2018 - Un appuntamento imperdibile per chi ama uno degli artisti più apprezzati d'Italia...e non solo.

Sabato 1° dicembre non prendete impegni per la sera: in prima visione tv, alle 21.40, andrà in onda su Rai Tre “Vero dal vivo”, il film-documentario firmato dal regista e fotografo sarzanese trapiantato ad Ameglia Daniele Barraco, dedicato al tour di Francesco De Gregori nei club europei e statunitensi.

Un viaggio fra strade e musica nato da un’intuizione dello stesso grande cantautore che, dopo essere stato presentato con un ottimo riscontro al Festival del Cinema di Roma lo scorso 25 ottobre, sarà ora trasmesso sulla televisione di Stato e visibile a tutti.

Coprodotto da Caravan e Rai Cinema, questo lungometraggio dura 79 minuti e oltre a riproporre alcuni dei pezzi immortali di un repertorio sterminato, racconta il dietro le quinte della tournée, immortalando De Gregori e la sua band, ma anche i fan, il cui affetto di lunga data nei confronti dell'artista più volte al centro delle riprese.

Insieme alla compagna ed aiuto-regia Alice Lombardi, con cui lavora in tandem da anni, Barraco è entusiasta di questo nuovo traguardo, secondo palcoscenico –anche se questa volta, via digitale – di primo piano per la sua opera prima come regista: “Nella mia vita – commenta – è tutto un bruciar le tappe. Me ne sono reso conto e la cosa mi ha spesso spaventato, ma a quasi quarant’anni ne prendo atto, sia sotto il piano personale che lavorativo, e ho capito che devo cavalcare l’onda. La Rai – che ci ha coprodotto - è stato uno dei primi interlocutori che abbiamo avuto per presentare questo prodotto che si è rivelato giusto. Il fatto che a trasmettere “Vero dal vivo” sia un canale istituzionale è una piccola medaglia per me, un primo paletto piantato, significa che abbiamo fatto il primo scalino di una scala. Voglio sottolineare anche come mi sia trovato bene con loro e per quanto mi riguarda…chissà che non faccia presto il bis di questa bellissima esperienza”.

Chiara Tenca