Il blitz effettuato dal commissariato di Sarzana e dalla polizia locale
Il blitz effettuato dal commissariato di Sarzana e dalla polizia locale

Sarzana, 5 febbraio 2019 -  E’ scattato ieri mattina alle 8 il blitz congiunto degli agenti del commissariato e della polizia locale di Sarzana al campo nomadi di via Tavolara, al confine con il comune di Castelnuovo Magra, dove sono entrate in azione le ruspe che hanno abbattuto le baracche e ripulito l’intera area che si trovava in una situazione di degrado allucinante. Operazioni di sgombero e pulizia che sono state eseguite a cura e spese della proprietà dei terreni. Hanno interessato 8 strutture fatiscenti per lo piu’ realizzate con teloni e materiale vario ma tutte dotate di stufe e frigorifero che sono state demolite con l’ausilio di operai e ruspe. Moltissime le bombole di Gpl e batterie di automobili che servivano per fornire energia agli elettrodomestici che si trovavano nell’area.  Sono state tutte recuperate. Il primo intervento in quel campo nomadi  era stato effettuato il 12 settembre dello scorso anno da parte delle pattuglie dei carabinieri della compagnia di Sarzana unitamente all’Asl che avevano scoperto una situazione al limite, anche a causa di precarie condizioni igienico-sanitario. In proposito c’era stata una relazione da parte degli uomini dell’Arma e del servizio sanitario, quindi il 26 gennaio era stata emessa un’ordinanza di sgombero da parte del sindaco Cristina Ponzanelli che è stata eseguita ieri mattina Nell’ordinanza come era stato evidenziato dal primo intervento viene fatto presente che «le condizioni rilevate in quell’area  in cui erano  state realizzate abusivamente baracche prive di acqua potabile  e di servizi sanitari e dove si trovano rifiuti di varie tipologie richiedono l’immediato sgombero dell’area».

«SI è trattato di un intervento necessario a tutela della sicurezza e dell’igiene pubblica – ha affermato il sindaco Ponzanelli – varato con l’ausilio e il supporto di tutte le forze dell’ordine, alle quali esprimo il mio ringraziamento  per la condivisione del percorso in ogni suo passaggio». Soddisfatto anche l’assessore alla sicurezza Stefano Torri  che ha assististo in prima persona allo sgombero di ieri mattina, coordinato dal dirigente del commissariato, il vice questore Gianluca Fargnoli e dal comandante della polizia municipale Roberto Franzini.

«L’interevento  di ieri mattina – ha affermato Torri – è anche frutto del lavoro svolto tempo fa dai carabinieri e dall’Asl che avevano effettuato un sopralluogo riscontrando le precarie condizioni del sito. Ringrazio la polizia locale e quella di Stato per il lavoro svolto in un’area attenzionata da tempo da parte dell’amministrazione sarzanese che, come noto, ha dichiarato guerra alle situazioni di abusivismo a tutela del rispetto delle norme e della legalità».

C.G.