I vigili del fuoco hanno spento l’incendio nell’abitazione, poi i carabinieri hanno denunciato il responsabile
I vigili del fuoco hanno spento l’incendio nell’abitazione, poi i carabinieri hanno denunciato il responsabile

Sarzana, 6 febbraio 2019 -  Drammatico episodio ieri mattina in una zona della periferia di Sarzana che ha visto protagonista un 30enne del luogo.

Una vicenda molto strana che è stata risolta  dai carabinieri di Sarzana. Secondo una ricostruzione fatta, il giovane si sarebbe cosparso i vestiti di cherosene, avrebbe poi ingerito del detersivo per la lavatrice, quindi avrebbe dato fuoco al materasso e si è sdraiato nel letto. Poi, forse per paura, è scappato di casa.

Il giovane è uscito correndo ha visto un vicina e le ha urlato «chiamate i vigili del fuoco e un’ambulanza, la casa sta bruciando e dentro ci sono delle persone», quindi è salito sulla sua auto, si è messo alla guida e si è allontanato.

Sul posto è subito intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del locale distaccamento e una pattuglia dei carabinieri della stazione di Sarzana, con lo stesso comandante, il maresciallo Massimiliano Simeone che ha effettuato le indagini.

Per fortuna  i danni non erano ingenti, visto che era bruciato solo il materasso della camera da letto e all’interno della casa poi non c’era nessuno.  I vigili del fuoco in breve tempo hanno spento le fiamme. Sono a quel punto subito scattate le ricerche del giovane da parte degli uomini dell’Arma che hanno diramato la segnalazione alle altre compagnie.

Nel primo pomeriggio il giovane è stato rintracciato. Era arrivato in auto fino a Grosseto poi in preda ai dolori era uscito all’autostrada arrivando al vicino ospedale, dove si è presentato al pronto soccorso.

I medici  visto che il 30enne sarzanese era sporco, aveva i vestiti anneriti ed emanava ancora un forte odore di carburante, dopo le prime cure prestate, hanno chiesto l’intervento dei carabinieri.

E i militari dell’Arma di Grosseto, viste le sue generalità, hanno allertato i colleghi di Sarzana. I carabinieri della stazione sono risaliti al giovane fuggito da casa dopo aver affermato che c’era un incendio nella sua abitazione.

Non  sono  chiare le motivazioni che hanno portato il giovane a quel comportamento, avrebbe tentato il suicidio poi all’ultimo momento ci ha ripensato ed è fuggito senza una meta arrivando fino a Grosseto. Sulla vicenda sono in corso ulteriori indagini per il momento il 30enne è stato denunciato per incendio doloso.