Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Sequestrati 8mila prodotti contraffatti: denunciato il titolare

Scarpe, cinture e bigiotteria sono i prodotti trovati dalla guardia di finanza all'interno di un negozio

Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2018 alle 11:39
Guardia Finanza

Sarzana, 6 settembre 2018 - La compagnia di Sarzana (La Spezia) della Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 8.000 prodotti contraffatti e non sicuri. Il provvedimento è stato adottato al termine di un controllo in un esercizio commerciale di Sarzana, gestito da cittadini cinesi, nel quale sono stati rinvenuti prodotti insicuri per un valore di circa 6.000 euro, prevalentemente scarpe, cinture, bigiotteria, articoli da ufficio, articoli da regalo e accessori per cosmetici, tutti sprovvisti della etichettatura di composizione o con etichettatura non conforme alla normativa europea e al codice del consumo. Durante il blitz sono state inoltre anche alcune decine di magliette e scarpe contraffatte riportanti i noti marchi internazionali "Gucci" e "Supreme", per un valore complessivo di circa 1.500 euro. E' stato infine scoperto l'impiego di un lavoratore irregolare di provenienza extracomunitaria, sprovvisto del permesso di soggiorno sul territorio nazionale, che è stato segnalato alla Questura della Spezia per l'emissione di un apposito decreto di espulsione. L'imprenditore cinese è stato invece denunciato alla locale Procura per la violazione delle norme in materia di contraffazione e di tutela del "Made in Italy", oltre che per per l'impiego del lavoratore clandestino, per il quale gli verrà comminata una sanzione dai 3.000 ai 15.000 euro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.