Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Nuovo centro dedicato all’autismo. Pronta l’inaugurazione a Fiumaretta

Al primo piano della materna, un punto di riferimento per le famiglie

Ultimo aggiornamento il 13 agosto 2018 alle 07:07
L’assessore di Ameglia, Valentina Malfanti

Fiumaretta (La Spezia), 13 agosto 2018 - Il Centro servirà ai ragazzi e alle loro famiglia per affrontare con maggior serenità un percorso difficile che ha bisogno di pazienza, tempo e grande collaborazione. La scelta per dare risposte concrete è caduta su Ameglia in virtù dell’interessamento dell’amministrazione comunale che nel tempo ha già affrontato, con i propri uffici, diversi casi di autismo cercando di adottare tutte le soluzioni necessarie per condividere e alleggerire il peso di situazioni talvolta molto delicate per i famigliari dei ragazzi affetti dal disturbo. E per questo l’amministrazione comunale, attraverso l’impegno dell’assessore ai servizi sociali Valentina Malfanti e del sindaco Andrea De Ranieri, ha messo a frutto l’idea di aprire un centro espressamente dedicato all’autismo aprondo alla collaborazione con l’associazione "Genitori soggetti autistici" della Spezia. La struttura realizzata al primo piano della scuola materna di Fiumaretta è pronta e sarà inaugurata probabilmente la prossima settimana e diventerà un punto di riferimento stabile. Gli spazi ricavati in via papa Giovanni XXIII nella frazione marinara sono stati adeguati, da parte dell’associazione, proprio per consentire a operatori e ospiti di interagire in situazioni ben definite e adeguate alla tipologia di interazione. L’accordo è stato stipulato tra l’amministrazione comunale e l’associazione presieduta da Alberto Brunetti.

L’esigenza di avere nuovi spazi a disposizione è nata dalla difficoltà delle famiglie di fronte alle sole 2 ore settimanali di assistenza domiciliare messe a disposizione dell’Asl. Un tetto minimo per altro azzerato al compimento dei 16 di anni dei ragazzi. A dare manforte all’associazione è intervenuto anche il gruppo Iescum.org composto da professionisti specializzati nella tipologia del disturbo. Le modalità del servizio saranno sviluppate dagli organizzatori ma nella prima fase di rodaggio il centro di assistenza dovrebbe aprire 3 volte la settimana.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.