Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Strade, piazze ed aiuole sono più pulite. Prosegue l’esperimento con i migranti

Il Comune di Santo Stefano Magra ha prorogato la convenzione fino a novembre

di MASSIMO MERLUZZI
Ultimo aggiornamento il 21 agosto 2018 alle 07:05
Un momento dell'attività dei migranti

Santo Stefano Magra, 21 agosto 2018 - Un modo per sentirsi utili e non soltanto ospiti della collettività. L’esperienza iniziata oltre un anno fa ha fornito risultati incoraggianti e così nei giorni scorsi il progetto di affidamento della pulizia di strade, piazze e aiuole è proseguita con un nuovo gruppo di lavoro che proseguirà fino a novembre. La convenzione è stata stipulata tra il Comune di Santo Stefano Magra con l’associazione Nuovo Mondo Caritas, Cooperativa sociale La Piccola Matita e Cooperativa sociale Maris che gestiscono i migranti ospiti delle strutture ricavate nel territorio santostefanese.

Gli ospiti del Cas sono ragazzi provenienti da Camerun, Costa d’Avorio, Gambia, Guinea, Mali, Nigeria e dopo aver seguito un corso di formazione hanno iniziato il lavoro con grande passione.

I gruppi precedenti sono stati sostituiti da un’altra squadra di lavoro che ha iniziato a pulire varie zone del comprensorio affiancando nel servizio gli operatori della cooperativa sociale Maris.

Un riscontro positivo è arrivato innanzittutto dalla cittadinanza. «Quando si fanno progetti seri - conferma il sindaco Paola Sisti - arrivano i risultati e i residenti sono stati i primi a complimentarsi. Un piano che apparentemente potrebbe sembrare semplice ma che per realizzarlo ha previsto un’intensa fase di formazione per i ragazzi coinvolti, con la speranza di qualificarli anche in vista di lavori futuri, speriamo stabili, che consentano loro di diventare parte integrante di una comunità».

La convenzione scadrà a novembre ma le parti stanno già lavorando al futuro. Anzi lo stesso sindaco e l’assessore ai servizi sociali del Comune di Santo Stefano Magra Nicla Messora che segue il programma, hanno invitato tutti i Comuni a dare una mano.

«La nostra speranza - concludono Sisti e Messora - è di riprendere in primavera e se anche gli altri colleghi sindaci si facessero carico dell’accoglienza dei migranti il problema sarebbe molto meno forte».

A tessere le fila del progetto è don Luca Palei, direttore della Caritas Diocesana.

«Un’iniziativa che trova i ragazzi estremamente entusiasti - spiega don Luca - perchè il oro impegno non è certamente simbolico considerato che visto che svolgono lavori utili per tutto il territorio di Santo Stefano Magra».

Oltre alla convenzione dedicata ai migranti l’amministrazione comunale ha stipulato un accordo con Nuovo Mondo Caritas e La Piccola Matita riservata ai cittadini santostefanesi in condizioni di disagio sociale impiegando due persone.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.