Controlli carabinieri (foto repertorio)
Controlli carabinieri (foto repertorio)

Arcola (La Spezia), 8 marzo 2021 - Musica a tutto volume, alcol, spinelli, chetamina. Non si sono fatti mancare nulla 13 giovani, sette ragazzi e sei ragazze, tutti maggiorenni fra i 20 e i 25 anni e provenienti da molte località della Vallata del Magra, nell’organizzare un festino nella notte fra venerdì e sabato ad Arcola nell’abitazione di uno di loro. Alla faccia di tutte le prescrizioni anti covid: bandite le mascherine per non parlare poi degli assembramenti. Nei loro confronti è scattata la sanzione per le violazioni alle normative anticontagio e la segnalazione alla Prefettura come consumatori di stupefacenti.

Il gruppo aveva preparato tutto a puntino per una notte da sballo ma non aveva fatto i conti con i vicini che hanno effettuato una serie di chiamate al 112 per la musica alta e gli schiamazzi. Di conseguenza l’intervento dei carabinieri della compagnia di Sarzana che è stato tempestivo. Quando gli uomini dell’Arma hanno suonato a quella porta e sono entrati c’è stato un fuggi-fuggi generale, alcuni dei presenti, vista l’impossibilità ad uscire per la presenza dei militari, hanno persino cercato di nascondersi all’interno dell’appartamento, qualcuno sotto il letto, altri dentro un armadio. Tutto inutile: i giovani sono stati bloccati e identificati dai militari. Fra l’altro un giovane ha accusato un malore, i militari hanno chiesto l’intervento del 118 che ha inviato un’ambulanza. Il personale medico intervenuto ha riscontrato uno stato morboso a seguito dell’assunzione di sostanze stupefacenti e il giovane è stato trasportato all’ospedale della Spezia dove è stato ricoverato.

Del resto di droga in quella abitazione i carabinieri, nel corso della perquisizione effettuata ne hanno trovata tanta: c’erano 63 spinelli, molti dei quali parzialmente consumati, inoltre 15 grammi di hashish e mezzo grammo di chetamina. Non avevano badato a spese per acquistare lo stupefacente visto che il costo della droga trovata è stato quantificato in 300 euro. Sul tavolo c’erano anche numerose bottiglie di alcolici alcune consumate, altre pronte per essere aperte. La nottata che doveva essere di sballo per i 13 giovani della Val di Magra si è invece conclusa in maniera del tutto diversa con una serie di guai. Per tutti infatti è scattata la prevista sanzione di 400 euro per aver violato la normativa anti covid, poi è arrivata da parte dei carabinieri anche la segnalazione quali consumatori di sostanze stupefacenti alla Prefettura della Spezia.

C.G.