Un'ambulanza e, nel riquadro, il giovane
Un'ambulanza e, nel riquadro, il giovane

Romito Magra, 22 luglio 2021 - E’ indagato per omicidio stradale l’uomo di 44 anni che si trovava alla guida del suv che si è scontrato con lo scooter Piaggio alla cui guida c’era Davide Mariotti, il 23 enne di Romito Magra. Uno schianto terribile che ha causato la morte del ragazzo dopo il ricovero all’ospedale San Martino di Genova.

Troppo gravi erano risultate le ferite riportate e nonostante il prodigarsi dei medici per Davide non c’è stato nulla da fare. Intanto da parte dei carabinieri dei compagnia di Sarzana che erano subito intervenuti dopo il tragico incidente sono in corso tutti gli accertamenti necessari.

Lo sviluppo della dinamica dell’incidente è sempre in corso di accertamento a quanto sembra però ci sarebbe stata una manovra azzardata da parte del conducente del suv che deve comunque essere attentamente vagliata. Intanto la salma si Davide è sempre a disposizione della Magistratura nella camera mortuaria dell’ospedale San Martino, dove l’autopsia non è ancora stata effettuata.

I funerali comunque saranno effettuati dalla pubblica assistenza Humanitas di Romito, alla quale si sono già rivolti di genitori di Davide. Intanto la scomparsa di Davide Mariotti ha suscitato profonda impressione a Romito, negli ambienti sportivi soprattutto nella Santerenzina dove il ragazzo militava da 5 stagioni.

In molti hanno fatto visita alla famiglia al padre Andrea, alla madre Caterina Baruzzo e al fratello Luc, sconvolti per il dolore, per portare una parola di conforto. Il terribile incidente è avvenuto domenica pomeriggio attorno alle 15 sulla strada provinciale di Romito Magra, Davide era vicino a casa e stava arrivando da Lerici quando si era scontrato frontalmente col il suv. Un impatto violentissimo e le sue condizioni erano apparse subito disperate e per lui non c’è stato nulla da fare.