Bruno Zecchi con la sua moto da cross

Sarzana, 5 novembre 2018 - E’ fuori pericolo il geologo sarzanese protagonista del brutto incidente di sabato pomeriggio in sella alla motocicletta. Bruno Zecchi è ricoverato al reparto di neurochirurgia dell’ospedale San Martino di Genova dove è stato sottoposto all’esame della Tac che ha escluso problemi alla testa.

Nella botta contro il pilone dell’autostrada, mentre stava facendo enduro insieme a un gruppetto di amici con i quali condivide la passione per le due ruote, ha riportato la frattura della scapola e contusioni a costole e vertebre. Seppur sotto stretto controllo medico ha potuto parlare con i famigliari e rispondere agli amici preoccupati per l’accaduto e la concitazione del ricovero. Il cinquantenne Bruno Zecchi, professionista geologo molto conosciuto, è caduto mentre stava facendo motocross sabato pomeriggio nella zona fluviale vicina al campo sportivo «Camaiora» a Santo Stefano Magra. Per circostanze ancora da chiarire, non è escluso un guasto alla motocicletta, è stato sbalzato contro un pilone dell’autostrada e nonostante indossasse il casco e i rinforzi protettivi per spalle e torace indossati da chi pratica la disciplina dopo il terribile urto ha perso conoscenza. Il personale medico immediatamente intervenuto ha richiesto l’intervento dell’elicottero Drago con il quale Zecchi è stato trasportato all’ospedale San Martino. Ieri al terzo piano del padiglione «Levante» del reparto di neurochirurgia il clima era decisamente molto piu’ disteso rispetto a sabato sera quando il professionista è arrivato a bordo dell’elicottero in codice rosso. Gli esami hanno escluso complicazioni anche se, per precauzione, la prognosi verrà sciolta soltanto nelle prossime ore.

m.m.