Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

‘Ninin’, è l’ora del festival. Il borgo medioevale apre ai bimbi da 0 a 99 anni

Due giorni di spettacoli, laboratori e incontri per i più piccoli

Ultimo aggiornamento il 15 giugno 2018 alle 07:08
Laboratori di pittura

Fosdinovo, 15 giugno 2018 - Tutti è pronto a Fosdinovo per accogliere i bambini. Fitto il programma della terza edizione di “Ninin”, e per due giorni il mondo sarà.... «delle bambine e dei bambini», da 0 a 99 anni, secondo l’idea e il progetto Archivi della Resistenza, l’associazione che gestisce il museo audiovisivo alle Prade di Fosdinovo. “Ninin” in scena domani e domenica con più di quaranta eventi tra spettacoli di burattini e di prosa, laboratori, incontri, attività speciali. Tutto creato a misura dei più piccoli e del borgo medievale di Fosdinovo. Una ‘due giorni’ di festa e attività che si aprirà alle 10 del mattino per chiudersi a notte. Per non perdere il posto nei molti laboratori offerti dagli organizzatori è necessrio prenotarlo il prima possibile.

Il progetto del festival ‘Ninin’ è stato interamente autofinanziato da Archivi della Resistenza per le prime due edizioni e quest’anno lo è all’80 per cento: fondamentale sarà dunque il sostegno dei partecipanti. Ed è possibile contribuire alla sopravvivenza di questo spazio culturalmente autonomo e solidale con le sottoscrizioni oppure acquistando i gadget e usufruendo del punto ristoro gestito dall’associazione: tutti gli spettacoli sono infatti a ingresso libero. Durante il festival sarà possibile visitare il Museo Audiovisivo della Resistenza, distante appena 3 chilometri dal borgo. Il servizio di gastronomia nei due giorni del festival sarà attivo dalle 12 e dalle 19 nella piazza del Fosso: ai fornelli cuoche e cuochi del 25 aprile. 11, 15,30, 17, 18,30 e 21, poi salgono sul palco gli ospiti del Festival, con Jam session di burattinai e tante altre sorprese. Moltissimi i laboratori, ideati per bambini di ogni età, dal teatro allo yoga, dalla scultura alla falegnameria didattica, dagli origami al circo. E poi gli eventi speciali nella piazza del Fosso per tutta la durata del festival: gli asini dell’associazione Raglio Forte, L’Ape Libraia, le Immagini di Hellen Riga, ‘Ci vuole proprio un titolo?’ con Federico Marconi e Anna Grignolio sabato dalle 18 fino al tramonto, Giornivagando sui trampoli con Alice Moracchioli e Lorenzo Millo della Compagnia dei Baffardelli. In programma anche domani alle 17.30 una tavola rotonda sul tema ‘Oltre le barriere: infanzia e disabilità’; e alla stessa ora domenica su storia e storie dei burattini con i burattinai della terza edizione del festival e lo studioso del teatro di animazione Remo Melloni. Info: tel. 3290099418 o info@archividellaresistenza.it

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.