Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

L’invasione degli artisti. In centinaia da tutta Europa

Oggi all’ex Vaccari e alla Fabbrica di S. Stefano

Ultimo aggiornamento il 21 aprile 2018 alle 07:00
Un artista al lavoro all’ex Ceramica Vaccari (foto d’archivio)

Santo Stefano Magra, 21 sprile 2018 - E’ una vera invasione di artisti. Sono ben 520 i partecipanti alla rassegna ‘No Place’ che oggi ravviverà gli spazi al centro commerciale La Fabbrica e soprattutto nell’ex Ceramica Vaccari. L’evento, ideato da Umberto Cavenago, è alla quarta edizione e dopo le esperienze di Monza, Fombio e Suzzara arriva a Santo Stefano grazie al supporto del Come e all’organizzazione locale di Gabriele Landi e Valeria Tognoni. Alle 9 si aprono le registrazioni degli artisti che fino alle 21 potranno mettere in vetrina le loro creazioni. Che cosa faranno si saprà solo al momento, di certo sono in arrivo pittori, scultori, musicisti, esperti in video e altre performance artistiche tutte da scoprire.

La formula è originale e si basa esclusivamente sulla conoscenza e passaparola. Una sorta di catena artistica nella quale ognuno invita un amico oppure un collega e la rete si allarga fino a arrivare a numeri davvero importanti. Gli iscritti sono 520 provenienti da tutta Italia ma anche da Svizzera, Germania, Danimarca e altre zone dell’Europa. Molti sono già arrivati per prendere visione degli spazi da utilizzare, altri si presenteranno all’apertura della rassegna. Un impegno importante anche dal punto di vista organizzativo quello assunto dal Comune che impiegherà oltre al personale della polizia municipale anche i volontari della Protezione Civile.

Le strutture ricettive della zona hanno accolto molti artisti che si sono organizzati individualmente ben conoscendo le regole non scritte che disciplinano i raduni artistici. Numeri davvero importanti insomma per una giornata ricca di incontri e originalità che si lega al concetto di cultura e arte avviato ormai da qualche anno alla Vaccari dal Progetto Nova.

m.m.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.