Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Se Paganini ripete... Al via il 15° festival dedicato al violinista

Tredici tappe dal 16 luglio al 14 agosto. Oltre ai concerti anche mostre, incontri creativi e masterclass

Ultimo aggiornamento il 8 luglio 2016 alle 17:34
Presentazione in Fondazione Carispezia: da sinistra Fiorentini, Ferrero, Belsito e Amari

Carro, 7 luglio 2016 – Inaugura  il 16 luglio con il recital di uno dei più grandi violinisti contemporanei, Massimo Quarta (affiancato da Elisa Tomellini al pianoforte), la quindicesima edizione del ‘Festival Paganiniano di Carro’ , la rassegna giustamente sottotitolata ‘Niccolò Paganini e il virtuosismo strumentale’.  Carro, per chi non lo sapesse, è il paese di origine degli avi di Niccolò Paganini; la casa della famiglia Paganini - l’unica dimora paganiniana ancora esistente - si trova nel vicolo principale del piccolo borgo della Val di Vara ed ospita attualmente un Centro di documentazione  a tema.

La manifestazione, che si svolgerà dal 16 luglio al 14 agosto, ideata e coordinata dalla Società dei Concerti, si avvale del sostegno del Mibac, dell’associazione Amici del Festival Paganiniano, della sponsorizzazione di Isagro Spa e da quest’anno anche della ritrovata partnership della Fondazione Carispezia, che ha contribuito grazie al bando ‘Cultura in rete’.

Il festival avrà una connotazione fortemente interdisciplinare, con diversi eventi collaterali che daranno maggior lustro anche ai concerti. Parliamo di mostre, conversazioni, incontri creativi e masterclass, queste ultime in collaborazione con il Conservatorio ‘Puccini’ della Spezia.

Il Festival Paganiniano di Carro, comunque, non sarà soltanto a... Carro, ma girerà nelle sue tappe per altri dodici comuni, molti della Val di Vara, ma anche sul mare, come Sestri Levante e Bonassola, presentando musicisti di fama internazionale come il Quartetto d’archi alla Scala e la Camerata del Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, Domenico Nordio, Nicolae Tudor e Vittorio Ceccanti.

Stamani la kermesse è stata presentata proprio nella sede della Fondazione dalla consulente d’indirizzo Elda Belsito, insieme ad Attilio Ferrero (presidente della Società dei Concerti), il direttore artistico Bruno Fiorentini, Monica Amari Staglieno (degli Amici del Festival) e Carmen Breschi, rappresentante dei carresi, che partecipano attivamente alla realizzazione del festival.

L’abbonamento all’intero percorso, ovvero tredici date, costa soltanto 50 euro. Ulteriori informazioni sono disponibili contattando la mail info@paganinimusicfestival.com o il numero 338 6623132.

Marco Magi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.