Il matematico scrittore Piergiorgio Odifreddi (Frasca)
Il matematico scrittore Piergiorgio Odifreddi (Frasca)

Sarzana (La Spezia), 14 luglio 2016 - È lo spazio il filo conduttore della XIII edizione del Festival della Mente che si terrà a Sarzana dal 2 al 4 settembre e che è stato presentato questa mattina alla Triennale di Milano.

Al festival, promosso dalla Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana, parteciperanno artisti, filosofi, architetti, psicologi e storici. In tutto saranno 61 i relatori italiani e internazionali e 39 gli eventi tra incontri, workshop, spettacoli e momenti di approfondimento culturale.

Come hanno spiegato il direttore scientifico Gustavo Pietropolli Charmet e la direttrice artistica Benedetta Marietti, proprio attraverso il concetto di spazio è possibile "indagare i più importanti temi della contemporaneità e affrontare diversi campi del sapere".

Ad aprire l'edizione 2016 la lezione inaugurale di Salvatore Veca con il titolo "Un'idea di spazio pubblico". Fanno parte del programma del festival lo 'spazio dell'attualità' che indaga il concetto di "casa", che vedrà la presenza dello scrittore Jonathan Safran Foer e del giornalista Ranieri Polese.

Tra gli altri temi in questo spazio, verranno trattati "i confini della famiglia" con la sociologa Chiara Saraceno, ma anche 'la convivenza con l'immigrazionè con l'esperto di demografia Gianpiero Dalla Zuanna.

Si parlerà poi di "confini dell'anima", di innovazione, mondi digitali, lavoro, scuola, rifiuti e scorie, fiction e stupidità, quest'ultima con la presenza del matematico e saggista Piergiorgio Odifreddi.

Altri quattro gli spazi previsti all'interno del festival della Mente: 'lo spazio della Scienzà, con il fisico del Cern Guido Tonelli che ripercorrerà la nascita dello spazio e del tempo. Inoltre ci saranno lo spazio della Mente, lo spazio della Rappresentazione e lo spazio del Viaggio.

Al festival verrà presentato in anteprima il nuovo spettacolo di Igudesman & joo dal titolo 'Play it again' e uscirà a fine agosto un nuovo volume della collana "I libri del festival della mente" curata da Benedetta Marietti, promossa dalla Fondazione Carispezia e edita da Laterza: si tratta di "Gli africani siamo noi" di Guido Barbujani. All'interno del festival ci saranno poi una sezione dedicata ai bambini curata da Francesca Gianfranchi (con 45 appuntamenti per i più piccoli e 30 ospiti) e una sezione extra con una serie di iniziative parallele.