Il tinnito o acufene, è un ronzio nelle orecchie, un suono percepito che non ha alcuna fonte esterna. La prevalenza del tinnito tra gli adulti è stimata attorno al 10-15% della popolazione. Approssimativamente il 4.5% della popolazione riferisce che il tinnito influenza negativamente le loro vite quotidiane al punto tale da necessitare interventi clinici.

Il possibile meccanismo del tinnito include perdita d’udito periferica, probabilmente legata al danno provocato alle cellule sensoriali ciliate nella coclea. Nonostante la probabilità che il tinnito aumenti in presenza di un deficit dell’udito ad alte frequenze, non tutte le persone che soffrono di tinnito hanno una perdita d’udito misurabile. Il tinnito può inoltre presentarsi in modo neutrale, probabilmente dovuto a un anormale ritmo di scariche spontanee dell’ottavo nervo cranico. Infine, alcuni forme di tinnito o acufene possono manifestarsi in patologie del sistema uditivo centrale nel nucleo dorsale della coclea, nel sistema limbico e nell’emisfero cerebrale.

I fattori che amplificano gli effetti del tinnito includono: caffeina, alcool, nicotina, sodio, stress e/o esposizione al rumore. Anche alcuni medicinali sono stati associati al tinnito. Le difficoltà più comuni dichiarate da coloro che sono affetti da tinnito sono difficoltà di concentrazione, privazione del sonno, depressione, irritabilità, mal di stomaco, stress e una più bassa qualità di vita. Pertanto, per la gestione del tinnito possono intervenire fra gli altri l’audiologo, l’otorinolaringoiatria, lo psichiatra, il nutrizionista, il neurologo. Una volta che è stata individuata la gravità, il focus e la diagnosi medica del tinnito, le strategie terapeutiche possono includere:

Consulenza. Per alcuni pazienti, il semplice sapere che il tinnito non costituisce una limitazione per la vita quotidiana potrebbe rappresentare una spiegazione adeguata.

Terapia medicale. Alcuni studi hanno suggerito che alcuni medicinali possono portare un sollievo temporaneo dal tinnito, nonostante, attualmente, non esistano cure conosciute.

Terapia comportamentale cognitiva. Questa è definita come lo sforzo terapeutico atto a modificare pensieri disadattativi ed i comportamenti attraverso l’applicazione di adeguate strategie sistematiche e misurabili per modificare azioni improduttive. Tale approccio è più efficace qualora sia combinato con controlli di attenzione, allenamento del linguaggio e rilassamento.

Terapia del suono. In generale, la terapia del suono è definita come l’uso di ogni suono allo scopo di gestire il tinnito, e potrebbe includere dispositivi indossabili e non, come :

  • Mascheratori: Questi dispositivi sviluppano suoni esterni, generalmente rumori a frequenza modulata che sono introdotti ai livelli più bassi possibili per coprire o mascherare la presenza del tinnito nel paziente.
  • Generatori di suoni portatili: Questi dispositivi possono essere semplici come una radio o un ventilatore, o includere applicazioni per smartphone che rilasciano suoni della natura, come cascate, onde dell’oceano, o altri suoni rilassanti per mascherare il tinnito ogni qual volta questo risulti fastidioso.
  • Apparecchi acustici: Se coloro che soffrono di tinnito hanno anche una perdita d’udito misurabile, l’uso di apparecchi acustici può anche mascherare o alterare la percezione del tinnito del paziente per renderla meno evidente.
  • Apparecchi combinati : Questi dispositivi combinano i vantaggi degli apparecchi acustici con quelli di un generatore di suoni portatile per quei pazienti che sono affetti da tinnito e perdita d’udito. Essi possono inoltre essere utilizzati in combinazione con terapie riqualificanti il tinnito allo scopo di personalizzare lo stimolo sonoro manovrando la risposta in frequenza, ampiezza, e tasso di modulazione dello stimolo sonoro. Quando viene utilizzato quotidianamente, gli studi hanno dimostrato che  questi apparecchi possono risultare efficienti nell’aiutare il paziente ad abituarsi al suono del loro tinnito.

Dato che nessuna soluzione al tinnito è efficace al 100%, coloro che sono affetti da tinnito hanno più opzioni di trattamenti che mai. Resta certo che la prevenzione rappresenta sempre in ogni caso un elemento fondamentale per la prevenire ogni tipo di patologia ed è pertanto suggerito di effettuare controlli dell’udito ed esami audiometrici preventivi al fine di individuare in maniera tempestiva l’eventuale perdita uditiva e poter individuare le soluzioni più adatte a migliorare il proprio stato di salute generale ed il mantenimento del proprio stile di vita senza dover accettare inutili compromessi.

Scegli di sentire meglio.

Scegli Audibel.

www.audibelitalia.it

​Numero verde 800 841 841​

Audibel