Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

I pratesi corrono... all’indietro. Magni e Fabbiani sono Mondiali

Retrorunning, esultano Magni e Fabbiani. Nel medagliere anche il bronzo di Marco Vendemiati nella staffetta

Ultimo aggiornamento il 29 luglio 2018 alle 07:00
Tiziano Magni

Prato, 29 luglio 2018 - Se a pensare al retrorunning, cioè alla corsa all’indietro, vi viene un po’ da sorridere... pensate a disputare con questa tecnica massacrante una mezza maratona. Più che gamberi, gamberoni. E sembra che i pratesi siano davvero bravi, ad andare all’indietro, tanto che all’ultimo Campionato mondiale che si è svolto a Bologna dal 13 al 15 luglio, ben due podisti lanieri sono tornati a casa con il titolo.

Sulla pista del centro sportivo Arcoveggio, con atleti di diciassette nazioni in gara, i pratesi Tiziano Magni (Atletica Signa) e Nicola Fabbiani (Croce d’Oro Prato, al centro nella foto sotto) si sono dunque laureati campioni del mondo nelle rispettive categorie. E c’era anche un altro pratese in corsa, Marco Vendemiati (anch’egli della Croce d’Oro).

Tiziano Magni ha vinto i diecimila metri nella categoria Master2, titolo che gli era sfuggito quattro anni fa, chiudendo la gara in 1h16’41”. «Ma il tempo poteva essere migliore – spiega Magni – ero stato debilitato la settimana prima da un virus gastrointestinale». Vittoria che per Magni ha una dedica speciale: «A mia mamma, volata in Cielo a fine maggio». Magni ha cercato di battersi anche nei tremila ma si è dovuto accontentare del bronzo in un podio tutto azzurro con al primo posto Enzo Russo di Carrara e al secondo Fernando Olezzi di Bologna.

Nicola Fabbiani della Croce D’Oro ha invece vinto il titolo mondiale categoria Master 2 nella mezza maratona (2h27’02’’) che si è disputata nello splendido Parco dei Giardini. Vendemiati, invece, in forse fino all’ultimo a causa di problemi fisici, ha corso solo la staffetta 4x400 insieme agli azzurri Toniato, Poggipolini e Brini conquistando il terzo posto col tempo di 8’04”81.

Il medagliere vede al primo posto la Germania con 29 ori, 12 argenti e 8 bronzi seguita dall’Italia con 27 ori, 17 argenti, 8 bronzi, poi Usa con 4 ori, 6 argenti, Spagna con 2 ori, 4 argenti e 4 bronzi e a seguire le altre.

«Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti – chiude Magni – soprattutto perché non ho potuto fare un intensa preparazione a causa di molteplici problemi. Il titolo vinto mi dà fiducia per le prossime gare, soprattutto per il prossimo Mondiale che sarà tra 2 anni a Marsiglia».

Luca Boldrini

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.