Il tecnico. Novelli non vuole cali di tensione: "Non abbiamo fatto ancora nulla»

Critiche alla squadra per il primo tempo sottotono: "E’ mancata l’intensità, poi ci abbiamo messo la voglia giusta".

Novelli non vuole cali di tensione: "Non abbiamo fatto ancora nulla"

Novelli non vuole cali di tensione: "Non abbiamo fatto ancora nulla"

"Non è stata la nostra miglior partita dal punto di vista tecnico-tattico, ma forse è stata la gara in cui abbiamo messo più intensità e più voglia di vincere. Ancora non abbiamo fatto niente e, anzi, nel primo tempo la squadra non mi è piaciuta. Continuiamo a lavorare senza sentirci arrivati". Non ha peli sulla lingua Raffaele Novelli, allenatore del Prato, che comunque si tiene stretta la terza vittoria consecutiva ottenuta contro la Sammaurese: "La squadra nel primo tempo non mi è piaciuta nelle letture e come intensità fisica e mentale. Abbiamo concesso troppe ripartenze, senza fare pressione sul loro portatore di palla. E abbiamo sfruttato poco l’ampiezza del campo muovendo palla con troppa lentezza. Siamo però migliorati nella ripresa e abbiamo dimostrato di voler fare la partita e di volerla vincere fino all’ultimo. Questo deve essere l’atteggiamento fin da quando scendiamo in campo e inizia la partita. Dobbiamo essere consapevoli dei nostri mezzi, che ci sono, ma anche saperli sfruttare sempre nel modo più giusto". Poi un piccolo accenno ai cambi dei big, come Trovade nel primo tempo, o Mobilio e Tedesco nel finale di partita: "Conta la squadra. A volte un allenatore cambia perché ha bisogno di qualcosa di diverso, altre perché nel finale serve magari brillantezza e freschezza". L.M.