Ecomarathon e Trail del Monte Maggiore (foto Regalami un sorriso onlus)
Ecomarathon e Trail del Monte Maggiore (foto Regalami un sorriso onlus)

Prato, 1 marzo 2020 - Più forti del maltempo e delle psicosi, nonostante la gionata da lupi in tanti si sono presentati al via della terza edizione della Ecomarathon-IV Trail del Monte Maggiore, organizzato dalla Podistica PratoNord con il patrocinio della Regione e dei comuni di Vaiano e Calenzano, senza dimenticare la collaborazione del circolo Arci Spola d'oro della Briglia.

LA CLASSIFICA DEL TRAIL LUNGO-43 KM (CLICCA QUI)

LA CLASSIFICA DEL TRAIL CORTO-22 KM (CLICCA QUI)

Tre i percorsi possibili: l'ecomaratona di 43 chilometri, competitiva, con un dislivello di 1.600 metri: partenza da Prato, poi su da Travalle e Valibona fino a riagganciare il percorso del Trail di 22 chilometri, che passa dal punto più alto del monte Maggiore a 916 metri di altezza. Altrimenti era possibile scegliere la ecocamminata non competitiva di 12 chilometri, la MonteMaggiore Free Run.

Per quanto riguarda il percorso lungo, la vittoria va a Giulio Piana (Team Mud e Snow Asd) in 3h38'06'' davanti al compagno di società Roberto Gheduzzi a 4'53'' e ad Angelo Simone (Avis Stiava) a 36'58''. Al quarto posto il primo dei veterani, Enrico Bartolini (Asfaltozero Sport Sprint Trail) a 40'37''. Prima delle donne Giulia Magnesa (Atl. Casone Noceto) in 4h50'35''.

Nel percorso corto vittoria per Filippo Bianchi (Il Ponte Scandicci) in 1h46'33'' davanti a Mileno Frediani (Montecatini Marathon) a 5'58'', che gli vale anche la vittoria di categoria tra i veterani; terzo posto per Alessandro Melani (Il Ponte Scandicci) a 10'16''. Prima delle donne è Camelia Barboi (Isolotto Apd), che è prima veterana, in 2h14'30''. Prima delle assolute Stella Pacini (Primo e pizza Bike) in 2h15'17''.