Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bpv: il passaggio di consegne tra Zonin e Dolcetta

Prato, 23 novembre 2015 - Gianni Zonin non è più il presidente della Banca Popolare di Vicenza, il gruppo che ha incorporato la CariPrato. Zonin si è dimesso dalla carica di presidente dopo 19 anni (e 32 da consigliere di amministrazione), passando il testimone al vicepresidente di Confindustria Stefano Dolcetta. «Sapremo essere trasparenti e chiari con i nostri soci e con i nostri clienti, cui chiedo di diventare i primi alleati della Banca» sono le prime parole di Dolcetta, cooptato in cda al posto del consigliere Giovanna Dossena e poi nominato presidente.

L'avvicendamento alla presidenza è stato sancito da un Cda atteso da quando, due mesi fa, "il viticoltore prestato alla finanza", come ama definirsi Zonin, è finito tra gli indagati per presunte irregolarità, con l'accusa di aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza, insieme ad altri dirigenti.

«Lascio la banca in mani serie ed affidabili, innanzitutto quelle del consigliere delegato e direttore generale, Francesco Iorio, che sta realizzando con rigore e straordinaria capacità quel disegno a medio termine che porterà la Banca Popolare di Vicenza a diventare un imprescindibile soggetto economico, finanziario e sociale per il Nordest e per tutto il nostro Paese». 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.