Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Prato, Toccafondi non si presenta allo sgombero dello stadio. Il Comune forza le serrature

Il patron biancazzurro ha evitato di farsi trovare all’interno del Lungobisenzio, nel giorno fissato per la riconsegna delle chiavi /FOTO/ VIDEO

di ALESSANDRO PISTOLESI
Ultimo aggiornamento il 3 settembre 2018 alle 12:03

Prato, 3 settembre 2018 -  Doveva riconsegnare le chiavi dello stadio  eppure non si è presentato. Paolo Toccafondi ha evitato di farsi trovare all’interno del Lungobisenzio, nel giorno fissato per la riconsegna delle chiavi, dopo che il patron biancazzurro aveva rinunciato alla gestione dell’impianto a inizio giugno.

Il 20 agosto però si era rifiutato di consegnare le chiavi, occupando la struttura a oltranza. E oggi è arrivato lo sgombero coatto da parte del Comune che è tornato in possesso dello stadio. I funzionari, assistiti dalla polizia minicipale, hanno trapanato il cancello d’ingresso e poi sono entrati nella struttura, cambiando le serrature. Dopo l’inventario dei beni, i tecnici sigilleranno tutti gli ingressi all’interno. Insomma, dopo 39 anni di gestione ininterrotta, la famiglia Toccafondi sloggia dal Lungobisenzio. Che sia arrivata l’ora della fine?

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.