Polizia in servizio
Polizia in servizio

Prato, 11 luglio 2019 - 'Sono della parrocchia'. Si è presentata così la truffatrice che ieri mattina, intorno a mezzogiorno, ha raggirato due novantenni a Mezzana. La polizia è intervenuta poco dopo quando è arrivata la segnalazione del furto da parte dei due anziani che hanno riferito di essere stati derubati da una donna, verosimilmente italiana, di circa cinquant’anni, che si era presentata alla porta, appunto, come appartenente alla parrocchia del quartiere. I due novantenni, che vivevano da soli, sorpresi dalla velocità di azione della malfattrice, non sono riusciti ad impedirle di entrare ed aggirarsi rapidamente nelle stanze della casa, avvedendosi solo dopo l’allontanamento della donna che la stessa si era appropriata di un portagioie contenente alcuni oggetti in oro.

Gli agenti, al loro arrivo sul posto, hanno acquisito una descrizione della truffatrice, effettuando un’immediata battuta di ricerca in zona, con esito negativo.

La questura sensibilizza come sempre i cittadini a porre particolare attenzione in situazioni del genere, soprattutto nel periodo estivo, richiamando la campagna informativa “Non siete soli #chiamatecisempre”, promossa dalla polizia, finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare le fasce sociali più esposte al rischio di truffe “a domicilio” come gli anziani. La questura invita a contattare tempestivamente 112 e 113, quando nelle abitazioni si presentano soggetti che per particolare contesto e motivazioni addotte possano dare adito al sospetto di essere truffatori.