Indagine della Guardia di finanza
Indagine della Guardia di finanza

Prato, 25 maggio 2020 - La Guardia di finanza ha scoperto 3,4 tonnellate di scarti tessili smaltiti illegalmente in due distinti interventi. Un primo furgone è stato fermato in via Roma, ed era guidato da due marocchini; il secondo in via Nenni ed era guidato da un uomo cinese. Tutti e tre sono stati denunciati per trasporto abusivo di rifiuti speciali, mentre i furgoni sono stati sottoposti a fermo amministrativo.

Secondo la guardia di Finanza i due episodi sono da ricondurre al fenomeno del ritiro «porta a porta» dei rifiuti di lavorazione industriale che metterebbero in atto alcune imprese tessili della zona. Per evitare il costo dello smaltimento i rifiuti vengono abbandonati nelle campagne, con gravi conseguenze in termini di inquinamento del suolo e di salute per i cittadini.