Polizia (Foto di archivio)
Polizia (Foto di archivio)

Prato 1 giugno 2020 - Nel ristorante a conduzione nigeraiana nella zona di piazza San Marco,  la titolare del locale, una quarantenne originaria del paese africano e in regola con i pemessi di soggiorno, non indossava la mascherina, come del resto una cameriera al servizio nel locale. Inoltre la densità di clienti era tale che non venivano rispettate le normative sul distanziamento sociale contenute dei decreti del presidente del consiglio dei ministri. Nel locale infatti agenti della Polizia di Stato e della municipoale riscontrabano la presenza di oltre 25 persone senza rispetto della distanza di sicurezza. Proprio l'elevata affluenza aveva fatto scattare la segnalazione alle autorità di polizia. Alla titolare del locale venivano elevate sanzioni amministrative pecuniarie per 800 euro, con contestuale provvedimento di sospensione immediata del locale, da 5 a 30 giorni, in base alle successive decisioni di competenza della Prefettura.

I controlli della Polizia nel locale sono scatati ieri sera attorno alle 22.30 nell'ambito di una capillare attività di verifica sul rispetto delle normative da parte della movida pratese. L'opera si è svolta sabato e domenica con prevalente attenzione verso il centro storico,  frequentato da un consistente numero di soprattutto giovani, che vi trascorrono il tempo libero.