Raccolta alimentare: donati 115 quintali di cibo

I pratesi hanno dimostrato ancora una volta generosità: 1446 scatole di prodotti donati all'Emporio della Solidarietà, gestito da Caritas diocesana. 250 volontari hanno partecipato, aiutando 1700 famiglie in difficoltà. Prossima raccolta a aprile.

La generosità dei pratesi ancora una volta si è fatta avanti. Ottimi risultati per la raccolta alimentare a favore dell’Emporio della Solidarietà: sono stati donati al magazzino di via del Seminario 115 quintali di prodotti, per un totale di 1446 scatole, 190 in più rispetto a quelle raccolte lo scorso maggio. Hanno partecipato i punti vendita Conad e la Coop Bisenzio Ombrone di Vaiano e Unicoop Firenze. "Si tratta di un appuntamento importante che ci consente di riempire gli scaffali dell’Emporio con prodotti mirati - dice Claudio Baldini, coordinatore del progetto -. Siamo grati a tutti coloro che hanno contribuito a questo successo: benefattori, volontari e supermercati". All’iniziativa hanno partecipato 250 volontari, impegnati nella distribuzione di volantini e sacchetti e poi nella preparazione delle scatole. Si sono occupati del ritiro dei materiali donati e del trasporto in via del Seminario la Misericordia di Prato, la Pubblica Assistenza, la Croce d’Oro, il Centro di Scienze Naturali e l’associazione nazionale Autieri d’Italia. La prossima raccolta a sostegno delle persone in difficoltà seguite dall’Emporio della Solidarietà verrà fatta nel mese di aprile.

In media sono 1700 le famiglie seguite e sostenute dal supermercato solidale di via del Seminario, 200 circa le tessere neonato per aiutare le mamme a reperire prodotti per l’infanzia. L’Emporio è promosso da Diocesi, Comune, Provincia e Fondazione Cassa di Risparmio di Prato. La gestione è affidata alla Caritas diocesana.