Passaggio di consegne al Rotary. Mancini è il nuovo presidente

A fine giugno il cambio al vertice. E’ terminata l’era Marco Giusti. "Gli obiettivi futuri del Club? . La pace e la lotta alla povertà".

Passaggio di consegne al Rotary. Mancini è il nuovo presidente

Passaggio di consegne al Rotary. Mancini è il nuovo presidente

Giovedì 27 giugno si è tenuto l’incontro del Rotary Club Filippo Lippi di Prato per il “passaggio della campana”: la serata conclusiva dell’annata 2023-2024 durante la quale, come tradizionalmente avviene, il presidente uscente, Marco Giusti, ha passato il martelletto e il collare al suo successore, ossia Massimo Mancini. Il “passaggio della campana” nella tradizione Rotariana chiude un anno di esercizio e affida al nuovo presidente e al suo consiglio direttivo la gestione delle attività del

Club per i successivi 12 mesi. “Nell’anno di presidenza appena terminato ho portato a termine molti dei progetti

che mi ero prefissato - ha dichiarato il presidente uscente, Marco Giusti - Questo si è reso possibile grazie agli ottimi rapporti fra i soci che hanno reso facile il raggiungimento di tali obbiettivi. Nel Club si respira aria di amicizia, condivisione, unità di intenti, frutto di un grande lavoro delle precedenti presidenze e lascio ineredità a colui che mi succede, Massimo Mancini , un bellissimo Club”. Mancini che ha parlato così dell’investitura: “In questi mesi di preparazione, partecipando ai vari seminari distrettuali ho potuto conoscere meglio il mondo del Rotary e ho potuto apprezzare lo spirito con cui tutti i dirigenti, ad ogni livello internazionale e distrettuale, si impegnano in modo gratuito e appassionato, con grande spirito di servizio. Gli obiettivi principali per il futuro del Club? Sicuramente la pace positiva e la lotta alla povertà“.