Prato, 2 dicembre 2019 - A causa di violenti temporali che stanno interessando l'alta Val del Bisenzio e visti i livelli raggiunti anche nel tratto cittadino pratese, è stata disposta la chiusura delle piste ciclabili nei tratti che corrono a livello di sponda.

Il Sistema di protezione civile sta effettuando in questo momento dei monitoraggi sul territorio. 

A Gamberame (Vaiano) il Bisenzio ha raggiunto il primo livello di guardia a un metro e 80. Poco prima delle 13 ha raggiunto i 2,20 metri: alle 13 era 2,46. Il secondo livello di guardia è a 2,80.

Per quanto riguarda i dati pluviometrici, sono caduti in 6 ore 52 mm di pioggia (cioè 52 litri per metro quadro di terreno) a Vaiano Acquedotto, 48 mm a Gamberame e 45 mm a Iavello.

Allagamenti in strada sono segnalati anche a Bagnolo: occorre fare attenzione alla guida. Allagamenti nella zona industriale e in genere in vaste zone di Montemurlo.

In base alla situazione in atto sull'Ombrone e su tutti i suoi affluenti in questo momento si registra la soglia del Calice sopra i 4 metri Si invitano le persone che abitano nella zona di Ponte dei Bini a prestare la massima attezione e per quanto possibile a non soggiornare al piano terra.

È stata riaperta una corsia del sottopasso di viale Nam Dinh in direzione Nord. In direzione Sud la circolazione contina ad essere regolare.

Aggiornamento criticità sulle strade: si segnala un problema su via di Cerreto e Solano a Figline per frana sulla sede stradale. Via Valdingole e Fossetto è stata chiusa al transito per allagamento. In via del Lazzeretto si segnalano allagamenti come in via del Capannaccio e via del Lavacchione. Chiusa via dei Trebbi.

Riaperte ia di Cantagallo / Via VII Marzo, via dell'Alberaccio. Riaperti i sottopassi.

Esonda il Ficarello in località Ponte alla Vanne nelle casse di espansione pertanto via delle Caserane/via del Castruccio sono state chiuse per allagamento. Frana dell'argine sulla Bardena in prossimità di via Pistoiese a Viaccia. Sul posto verranno posizionate delle transenne per delimitare l'area di franamento.

POGGIO A CAIANO - Il torrente Ombrone è salito a 5,50 metri in meno di due ore superando il secondo livello di guardia. La Sala Operativa Unificata della Regione Toscana sta monitorando in continuo la situazione, raccordando le informazioni in arrivo dal territorio con le attività di monitoraggio dei fenomeni temporaleschi in atto e con l'innalzamento dei livelli dei corsi d'acqua dei bacino dell'Ombrone pistoiese e del Bisenzio.

MONTEMURLO - Il maltempo di questa mattina ha colpito pesantemente Montemurlo. Situazione difficile su tutto il territorio con strade e abitazioni al pian terreno allagate. Il sindaco Simone Calamai ha dichiarato lo stato di emergenza ed ha attivato il Coc, il centro comunale operativo di protezione civile; attivata anche la sala operativa di via Toscanini, 23 per la gestione delle richieste di soccorso. Chiusa dai Vigili del Fuoco la via Montalese nei pressi del Circolo Gino Gelli a Bagnolo per verificare le condizioni del muro di cinta di villa Strozzi.

I volontari delle associazioni del sistema di protezione civile comunale, insieme ai tecnici comunali, alla polizia municipale, ai vigili del fuoco, sono in azione sul territorio per rispondere alle decine di chiamate di soccorso. Presenti anche i tecnici di Publiacqua per verificare la tenuta del sistema fognario e quelli del Consorzio di bonifica Ombrone per il reticolo idraulico. « Si è trattato di un evento eccezionale che non accadeva da anni. - commenta il sindaco Calamai, che sta seguendo in prima persona l'emergenza maltempo ed è in giro sul territorio per verificare di persona le varie criticità in atto - In appena due ore -dalle ore 10.30 alle 12 – a Montemurlo sono caduti 45 mm di pioggia (come rilevato dal pluviometro di via Toscanini) che hanno causato allagamenti stradali e altri disagi.

Stiamo verificando tutta la situazione e il nostro sistema di protezione civile comunale è in azione sul territorio per dare risposte concrete a tutte le richieste d'aiuto». Critica la situazione alla biblioteca comunale “Bartolomeo Della Fonte”. Stamattina verso le 10 un fiume di acqua e fango da via Fermi si è riversato in via Bicchieraia e ha allagato gli scantinati della biblioteca, che è stata dichiarata inagibile e riaprirà non appena saranno ripristinate le condizioni di sicurezza, dopo la verifica di tutti gli impianti. Ad essere colpita in particolare è la sala video in tinaia, la saletta multimediale e la parte più antica di Villa Giamari esclusa la Limonaia. I dipendenti della biblioteca e del settore cultura hanno lavorato alacremente per tutta la mattina per mettere in salvo libri e le apparecchiature elettroniche; acqua anche nell'archivio comunale che si trova al pian terreno del Centro Giovani di piazza Don Milani.

Problemi anche nella zona industriale in particolare in via Bisenzio, via Aniene, via Siena, via della Robbia e a Oste in via Marsala e in via Puccini, dove diverse case ai piani terra risultano allagate. Il sindaco Simone Calamai e tutti gli assessori sono sul territorio territorio e stanno seguendo in prima persona i vari fronti dell'emergenza maltempo. I tecnici comunali hanno già provveduto a fare sopralluoghi in tutte le scuole del territori per verificarne le condizioni e al momento non risultano criticità.

VALBISENZIO - Allagamenti diffusi su tutto il territorio, molte difficoltà sulla 325. In particolare si segnalano una frana alle Confina, un senso unico alternato per allagamenti alla Briglia-Rilaio, allagamenti alla Foresta.