Progetti per Maliseti
Progetti per Maliseti

Prato, 21 novembre 2018 - Una boccata d’ossigeno per Maliseti. La decisione presa ieri mattina dalla giunta Biffoni che ha stanziato 400 mila euro per i lavori viari necessari alla popolosa frazione, servirà ad alleggerire il labirinto di traffico che assedia Maliseti e che la isola dal resto della città. La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo del secondo lotto di interventi per la nuova viabilità di Maliseti. Il cantiere d’intervento andrà a gara entro la fine dell’anno. L’inizio dei lavori è calendarizzato dall’amministrazione comunale per la prossima primavera. L’intervento prevede la realizzazione della pista ciclopedonale sul lato nord di viale Marzabotto per una lunghezza di circa 250 metri, che si prolungherà anche in via Coppola per altri 100 metri.

Sarà realizzata anche una rotatoria tra viale Marzabotto e via Fosse Ardeatine per alleggerire il traffico. Infatti da tempo entrare e uscire dalla frazione è un vero rebus per gli automobilisti, specie se di passaggio. «Si tratta del completamento e miglioramento di un intervento importante, condiviso e richiesto da tempo dai cittadini di Maliseti», afferma l’assessore alla mobilità Filippo Alessi. «Questo secondo lotto va a completare così la viabilità oggetto del primo lotto, il cui cantiere dovrebbe concretizzarsi anch’esso a primavera, e che permetterà di alleggerire il traffico nella zona».

Tra gli annosi problemi del traffico nell’area, c’è anche la circolazione di camion e tir verso la vicina zona industriale, oppure da e per Montemurlo o ancora sul nodo della tangenziale. La prima bretella prevista dall’intervento collega la rotatoria di via Liliana Rossi e l’abitato di Maliseti, costeggiando il cimitero di Chiesanuova fino alla zona industriale in via Marzabotto. L’ultimo «laccio» resterebbe quello davanti alla Conad di via Kuliscioff, dove la strada è troppo stretta e transitano i bus. Ma sarà oggetto di un terzo intervento che prevede l’allungamento di via Saccenti (dove c’è Confartigianato) arrivando fino alla nuova strada sul retro del cimitero, attraversando via Montalese. Lavori questi, per cui la giunta dovrà trovare finanziamenti nel 2019 e così raggiungere la tangenziale sarà molto più rapido.