Fernanda Pivano e Stefano Coppini a cena in città, in occasione della prima edizione di Libri d’Italia
Fernanda Pivano e Stefano Coppini a cena in città, in occasione della prima edizione di Libri d’Italia
Una mostra documentaria curata dalla Lazzerini per festeggiare l’importante traguardo dei 25 anni della rassegna letteraria Libri d’Italia, curata da Stefano Coppini e promossa e sostenuta ancora oggi, come al suo inizio, dall’assessorato alla cultura del Comune e dal Kiwanis Club Prato. Sarà inaugurata sabato 29 maggio alle 17, nella...

Una mostra documentaria curata dalla Lazzerini per festeggiare l’importante traguardo dei 25 anni della rassegna letteraria Libri d’Italia, curata da Stefano Coppini e promossa e sostenuta ancora oggi, come al suo inizio, dall’assessorato alla cultura del Comune e dal Kiwanis Club Prato. Sarà inaugurata sabato 29 maggio alle 17, nella galleria espositiva della biblioteca, con il titolo "Libri d’Italia 25". Nel febbraio del 1995, quando i festival letterari quasi non esistevano ancora, Stefano Coppini ideava e organizzava a Prato la prima edizione della rassegnam i Libri d’Italia alla quale avrebbero aderito autori di primo piano come Dario Bellezza, Antonio Tabucchi, Ida Magli, Aldo Carotenuto, Dacia Maraini e Walter Siti. L’anno dopo Fernanda Pivano apriva la nuova serie in un Teatro Cicognini strapieno di pubblico mentre la rassegna conquistava, stagione dopo stagione, un posto stabile nell’affezione delle lettrici e dei lettori pratesi. Nel corso delle varie edizioni sono passati da Prato scrittori, poeti e autori del panorama nazionale e internazionale come Niccolò Ammanniti, Marco Missiroli, Philippe Daverio, Margherita Hack, Corrado Augias, Sandro Veronesi, David Leavitt, Paul Ginsborg e tanti altri. Venticinque anni più tardi Libri d’Italia continua il proprio cammino dimostrandosi una delle rassegne più apprezzate e longeve del paese. La mostra presentata in Lazzerini documenta con foto, poster, libri e un video realizzato da Ivan D’Alì, il percorso di questa importante rassegna pratese. Resterà aperta fino al 5 settembre e potrà essere visitata durante gli orari di apertura della biblioteca con prenotazione obbligatoria, inviando una mail a: iscrizionilazzerini@comune.prato.it.