Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
5 ago 2022
5 ago 2022

La banda orientale che prende di mira le villette: ecco come agisce

Fra i residenti c’è chi ha scoperto i balordi e li ha filmati: "Ci tengono d’occhio. Non siamo tranquilli"

5 ago 2022

In fibrillazione fra Borgonuovo, San Paolo e Macrolotto Zero non ci sono solo i cittadini cinesi, ma anche i residenti italiani. In alcune strade dei quartieri c’è grande allarme per la presenza di una banda orientale, composta da tre malviventi, che stanno setacciando le villette al piano terra di zona. Le modalità dei furti sono sempre le stesse: entrano in azione fra le 8 e le 10 del mattino sfruttando il fatto che i proprietari delle abitazioni siano al lavoro. Uno di loro aspetta per strada con l’auto accesa, gli altri due malviventi sfondano la porta incuranti di telecamere e allarmi, si dirigono direttamente verso la camera da letto e puntano ai comodini nella speranza di trovarci gioielli di valore. Una volta sono stati visti fuggire con un intero cassetto del comodino fra le braccia. A differenza di quanto lamentato dai cittadini cinesi vittime di scippi, rapine e violenze, questa banda non fa distinzione fra orientali e italiani. Anche alcuni pratesi, infatti, sono finiti nel mirino dei malviventi. Fra i residenti c’è però qualcuno che li ha scoperti e filmati con le telecamere di sicurezza dell’abitazione mentre effettuavano i sopralluoghi propedeutici ai furti.

Per due sere di fila, infatti, intorno alla mezzanotte hanno aperto il cancellino di una villetta e sono andati a sbirciare dalle serrande per accertarsi della presenza dei proprietari. Entrambe le volte però sono stati beccati dal proprietario che li ha ripresi con le telecamere e denunciati, consegnando alle forze dell’ordine il video in cui si vedono in volto. "La situazione è un po’ inquietante – racconta il residente –. Il fatto che studino i nostri movimenti è pesante psicologicamente. Alla fine noi non teniamo niente in casa di valore, ma c’è preoccupazione che possano entrare mentre stiamo dormendo o che possano devastare l’immobile. Alle forze dell’ordine sono già arrivate diverse denunce di furto e la cosa sta iniziando a diventare seriale. Ho letto della preoccupazione dei cinesi per furti e rapine, ma nemmeno noi italiani siamo così tranquilli ultimamente in zona".

Stefano De Biase

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?