In bottega con un "clic". Raccontare i prodotti tipici

C’è anche la pratese "aTipico" tra le sei attività selezionate nel progetto di Confcommercio "Vetrina Toscana". Il tour enogastronomico partirà martedì.

In bottega con un "clic". Raccontare i prodotti tipici

In bottega con un "clic". Raccontare i prodotti tipici

Promuovere i prodotti tipici che sono espressione autentica dei negozi di vicinato, incentivando la loro presenza sui social e sul web. È l’obiettivo della nuova edizione di "Botteghe in Vetrina", il progetto ideato da Confcommercio Toscana nell’ambito del programma regionale "Vetrina Toscana". Tra le sei imprese selezionate quest’anno c’è anche la bottega pratese "aTipico", prima tappa di un tour enogastronomico che coinvolgerà sei città differenti in Toscana. Il programma, sostenuto da Unioncamere e Toscana Promozione Turistica, entra adesso nella sua fase operativa, dopo un percorso informativo che dal mese di giugno ha coinvolto 50 imprese. Ognuna delle 6 attività selezionate, tra cui la pratese "aTipico", sarà protagonista di un video all’interno del quale potrà raccontare la sua storia, così come quella di uno dei fornitori di punta. Il passaggio successivo è l’organizzazione di una "merenda in bottega". Il primo dei sei appuntamenti è a Prato, martedì, alla bottega aTipico, per un’escursione tra vini e delicatezze salate. In particolare, grazie alla collaborazione con il Salumificio Mannori, sarà possibile degustare la mortadella di Prato Igp, il prosciutto toscano DOP, la Finocchiona Igp ed il salame toscano magro. La macelleria Conti, invece, proporrà il tonno di coniglio, la galantina al tartufo e dadi di mortadella di Prato e i celebri sedani ripieni. Spetterà ad "aTipico" abbinare a queste golose pietanze tre vini prodotti nella zona del Carmignano.

Le clip che verranno girate saranno pubblicate, a cura di Fondazione Sistema Toscana, sui canali social di Vetrina Toscana, oltre che su quelli di Confcommercio e delle aziende coinvolte. L’obiettivo, evidente, è quello di amplificare il posizionamento digital delle attività coinvolte. Il tour si articolerà quindi tra Livorno, Pisa, Lucca, Grosseto e Montevarchi. "Il progetto – è il commento di Tommaso Gei, Presidente Fipe Confcommercio interprovinciale – vuole testimoniare come, tramite un percorso di consapevolezza, la transizione digitale dei negozi di vicinato fisici possa diventare valore aggiunto tangibile. Nell’era della concorrenza globale, scegliere la multicanalità per comunicarsi significa riuscire a stare al passo con le sfide che la modernità ci propone".