Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
28 mag 2022

Giornata mondiale del sollievo Le cure palliative per i pazienti Sla

Aisla Prato e Pistoia hanno organizzato un incontro con Pientini, coordinatrice regionale del servizio medico

28 mag 2022

Oggi di celebra la Giornata nazionale del sollievo. Aisla Prato e Aisla Pistoia, l’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, organizzano un incontro conversazione con la dottoressa Sabrina Pientini (nella foto con la sua equipe), direttore Cure Palliative Hospice Prato Pistoia e coordinatore regionale Cure Palliative, che si svolge oggi dalle 17.30 al circolo Mcl di Valdibrana (Pistoia). Sarà lei a spiegare i vantaggi ed i benefici che possono derivare dal ricorso alle cure palliative nei pazienti affetti da malattie inguaribili. Le cure palliative di Prato e Pistoia insieme ad Aisla collaborano per la presa in carico del paziente affetti da Sla fin dall’inizio della malattia, sia dal punto di vista medico che psicologico. un impegno che vede in prima linea i referenti di Prato e Pistoia, Raffaele Sanesi e Daniela Morandi e la stessa direttrice delle cure palliative di Prato e Pistoia.

"Secondo l’organizzazione mondiale della sanità le cure palliative rappresentano un approccio che migliora la qualità della vita dei malati e delle famiglie che si trovano ad affrontare le problematiche associate a malattie inguaribili - spiega la dottoressa Pientini - Obiettivo delle cure palliative è di consentire alla persona sofferente resa fragile dalla malattia, di beneficiare della migliore qualità di vita possibile". Per questo il medico specialista in cure palliative non è solo "il medico presente nel fine vita ma colui che accompagna il malato lungo tutto il percorso della malattia". Per questo "la Sla è malattia paradigmatica che più può beneficiare della presenza del palliativista fin dalla diagnosi perchè la traiettoria di malattia impone scelte terapeutiche che il malato deve fare.La nostra equipe, integrandosi con le equipe di diagnosi e cura diventa un punto di forza sul territorio e un appoggio per malato e famiglia".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?