Giacomo Carolei
Giacomo Carolei

Prato, 14 ottobre 2019 - Niente minacce e diffamazione all’indirizzo dello youtuber Giacomo Carolei, debutto su Rtv38 con "At the disco", pratese e di fede juventina, nel commento che un giovane tifoso della Fiorentina vergò sotto a uno dei suoi tanti video. In quel filmatino, girato prima di Fiorentina-Napoli e dopo la tragedia di Astori, Carolei intervistava i tifosi viola invitandoli a «non scansarsi» (una vittoria della Fiorentina avrebbe favorito i bianconeri, mentre il successo del Napoli avrebbe tenuto aperto il discorso scudetto) e in un punto del video disse: «Guardiamo se vu vincete senza che moia qualcun altro....».

A tale affermazione, un tifoso della Fiorentina sul web commentò promettendogli «due bastonate», qualora lo avesse incontrato. Ne è seguita una denuncia di Carolei, ma il giudice per le indagini preliminari di Prato, Costanza Comunale, l’ha archiviata. Secondo il gip, la minaccia non sussiste, ma sussistono invece le cause di non punibilità della diffamazione previste dall’articolo 599 del codice penale. E cioè la scriminante della risposta al «fatto ingiusto», in questo caso l’infelice riferimento dello youtuber alla morte del calciatore Davide Astori (la partita si giocò alla fine di aprile del 2018, a meno di due mesi dalla scomparsa del capitano della Fiorentina), idolo del tifoso viola che reagì a quel modo vedendo il video realizzato e diffuso da Carolei.

Anche il pubblico ministero aveva chiesto l’archiviazione della posizione del tifoso viola, difeso dall’avvocato Neri Cappugi. «Accogliamo con grande soddisfazione la scelta dell’autorità giudiziaria di archiviare una situazione che aveva del grottesco davanti ad un ’provocatore seriale’», dice il legale del giovane tifoso viola che, come altri in tutta Italia, è stato denunciato dal pratese.

L’«arte» di Carolei gioca tutta sulla provocazione. E molto spesso ha usato la tifoseria fiorentina per realizzare i suoi filmati, comunque cliccatissimi sul web. Un altro di questi, assai «commentato», è stato girato nei pressi della curva Fiesole, con la maglia bianconera indosso, all’indomani di una vittoria della Juventus a Firenze con gol dell’ex Bernardeschi. L’approccio con i tifosi rivali comincia con il pretesto di una «pacificazione» tra tifoserie storicamente nemiche, ma il risultato, com’è facile prevedere, è tutt’altro che pacificatorio...
Stefano Brogioni