La foto di gruppo
La foto di gruppo

Montemurlo, 19 aprile 2018 - Si è svolta oggi pomeriggio, 19 aprile, al bocciodromo “Pietro Vannucci” di via Deledda l'inaugurazione ufficiale del Fiat Doblò, attrezzato per il trasporto disabili, donato al Comune di Montemurlo dall'azienda Cofil.

"La donazione di questo mezzo di trasporto per i servizi sociali dimostra il forte legame che esiste tra le aziende del distretto montemurlese e la comunità. Spero che altri seguano questo straordinario esempio di generosità e di responsabilità d'impresa. La Cofil, che a Montemurlo ha trovato linfa per crescere ed espandersi, infatti, è fatta da persone attente non solo al profitto, ma vicine alle esigenze della gente. Un orgoglio per questi imprenditori e per tutta la comunità montemurlese", ha detto il sindaco Mauro Lorenzini che insieme ai titolari della Cofil, Massimo, Federico e il patron Nello Corrieri (con loro anche i piccoli Erminia e Lapo Corrieri), ha tagliato il nastro del nuovo mezzo. Il Fiat Doblò sarà dato in comodato d'uso all'associazione Auser di Montemurlo, che lo userà per svolgere servizi sociali: "Da circa un paio d'anni eravamo privi di un mezzo di trasporto per svolgere i servizi sociali, perché il pulmino che avevamo in precedenza ci era stato ritirato a seguito della scadenza di una convenzione decennale. Quindi eravamo in difficoltà - spiega Renata Puccini, presidente dell'Auser Montemurlo – Questa donazione della Cofil è importantissima perché ci permette di venire incontro alle esigenze delle persone più fragili come disabili e anziani soli che non hanno la possibilità di spostarsi in autonomia".

Il mezzo di trasporto, infatti, servirà per l'accompagnamento delle persone bisognose a visite mediche, a centri di riabilitazione o solo semplicemente al supermercato o alla posta per svolgere le commissioni quotidiane come la spesa o il pagamento delle utenze. L'Auser tra l'altro, svolge anche un importante servizio di compagnia agli anziani soli, nonché molte altre attività, come la sorveglianza ai giardini pubblici, il servizio del “Nonno vigile” alle scuole e l'attività sportiva al pallaio di via Deledda.

"Sapevamo che l'Auser aveva questa necessità e abbiamo ritenuto importante donare questo mezzo, affinché potesse essere d'aiuto alle persone anziane e a tutte le famiglie che devono provvedere alle esigenze di persone con disabilità per dar loro un po' di sollievo nello svolgere le attività quotidiane", ha spiegato Massimo Corrieri della Cofil.

I servizi saranno svolti su indicazione delle assistenti sociali, che segnaleranno le situazioni a rischio marginalizzazione: "Il mezzo donato dall'azienda Cofil sarà usato non solo per svolgere servizi sociali, perché nelle nostre intenzioni dell'amministrazione comunale questo mezzo di trasporto deve diventare un'opportunità di socializzazione per tutte quelle persone che, per i più svariati motivi, rischiano di rimanere sole. - spiega l'assessore alle politiche sociali, Luciana Gori - Quindi useremo il Fiat Doblò anche per finalità culturali e ricreative, come l'accompagnamento delle persone a teatro e ai vari eventi ricreativi che si svolgono sul territorio. Per noi, infatti, è molto importante favorire la coesione sociale e promuovere occasioni per stare insieme e tenere le persone vive e attive".

Il nuovo mezzo, inoltre, sarà usato per l'accompagnamento all'innovativo servizio dedicato ad anziani con fragilità “Nonno sitting” promosso dal Comune di Montemurlo con l'associazione Il Sicomoro al centro sociale di via Toti a Oste. Gli allestimenti del mezzo sono stati realizzati dalla Pegaso Design – Olmedo di via Palermo a Montemurlo. All' inuagurazione del Fiat Doblò hanno partecipato numerosi anziani impegnati nell'Auser che ogni giorni si ritrovano al boccidromo “Pietro Vannucci” per stare insieme e fare un po' di attività fisica.