Il sopralluogo dei carabinieri forestali
Il sopralluogo dei carabinieri forestali

Prato, 8 febbraio 2019 - Il taglio degli alberi di viale Montegrappa ha da subito suscitato le fortissime proteste di tanti, residenti e non, certamente non rassicurati dai progetti di riqualificazione né dalle promesse ripiantumazioni. Quei tigli erano parte della memoria del posto e rendevano decisamente più bello il viale. Adesso che il paesaggio è un pugno nello stomaco, succede anche qualcosa che va oltre le semplici recriminazioni e che in passato non si ricorda di aver visto: un sopralluogo dei carabinieri forestali.

Questa mattina il gruppo dei militari che fa capo a Prato ha fatto dei rilievi dove sono stati tagliati i primi venti tigli. Gli stessi carabinieri forestali spiegano che "benché si tratti di un intervento che scaturisce da un percorso lungo e partecipato con la cittadinanza, da quando, alcune settimane fa, sono iniziati i lavori, e in particolare il taglio dei primi 20 esemplari di tiglio, ha provocato proteste anche accese regolarmente riportate anche da numerosi mass media. Per questo motivo si è reso necessario l’intervento dei militari del Gruppo Carabinieri Forestale e del relativo Nucleo Investigativo, che hanno eseguito un sopralluogo lungo tutto il viale che collega viale Vittorio Veneto e la rotonda d’intersezione con viale della Repubblica".

Particolare attenzione è stata dedicata al primo tratto, quello che arriva fino al bivio con via Fratelli Miniati, dove i lavori sono già stati avviati e gli alberi sono interamente stati rimossi. Gli accertamenti continueranno nei prossimi giorni "al fine di verificare - spiegano ancora i militari - la correttezza delle scelte progettuali fatte e dei lavori eseguiti sin qui".