Prato, 18 luglio 2014 - "Continueremo  a lottare e saremo vigili e pronti ad approfittare di ogni spiraglio utile per impedire l’ampliamento dell’aeroporto di Peretola. La battaglia vera inizia adesso: spero non si arrivi mai ai lavori" . Non molla di un centimetro Paolo Paoli, presidente del comitato  " No Aeroporto"  che ha intenzione di utilizzare ogni mezzo possibile per rendere la vita difficile a Corporacion America e alla pista parallela convergente dello scalo fiorentino .

"Vigileremo prima di tutto sull’operato del sindaco , della sua giunta e dei politici locali insiste Paoli Non è più tempo di documenti e di parole, servono i fatti. Noi intanto siamo pronti a fare appelli, esposti e opposizione legale. Ci ritengono dei campanilisti: se c’è un campanile, in realtà è quello di Giotto. Questa è stata una decisione Firenze-centrica, che ha ignorato le nostre rimostranze più che ben motivate. Intanto pensino a far fare le valutazioni di impatto ambientale ad un ente neutro" . I l comitato ha intenzione di pubblicare sulla sua pagina facebook i nomi dei consiglieri regionali che hanno approvato la variante al Pit:  " Le elezioni sono vicine conclude Paoli – è bene che i pratesi sappiano chi sono i responsabili. Gli stessi che andremo a cercare per eventuali danni causati dalla nuova pista" .

Intanto in città c’è già qualcuno che sta cercando di correre ai ripari, vendendo il suo appartamento posizionato proprio lungo l’ipotetica linea di atterraggio e decollo dei futuri voli:  " D a qualche mese sto cercando acquirenti per l’appartamento che ho alle Badie. Voglio scappare il prima possibile per non avere gli aerei sulla testa commenta Francesco Galati Purtroppo già immaginavo che tutta la battaglia sarebbe stata inutile, ma senza i soldi della vendita non posso trasferirmi" . C’è anche chi si prepara a convivere con l’ inquinamento acustico e ambientale:  " Il periodo per vendere immobili non è felice aggiunge Giovanni Cinotti Questa nuova pista rovinerà quello che era diventato un buon quartiere, con servizi e tranquillità. Purtroppo non possiamo farci nulla » . C’è infine chi non perde l’ottimismo come Marco Di Domenico:  " Sono sempre stato contrario all’ampliamento dell’aeroporto, anche se ho dei dubbi che riescano a realizzarlo davvero . Più del rumore temo l’inquinamento" .

Leonardo Montaleni