Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Dolce Chiostro, a Vernio arriva la gara per pasticceri

Venerdì 31 agosto a Palazzo Bardi

Ultimo aggiornamento il 30 agosto 2018 alle 16:23
Dolci

Vernio (Prato), 29 agosto 2018 – Finale in dolcezza per l’edizione 2018 di Apriti Chiostro. Venerdì 31 agosto l’ultimo appuntamento della rassegna promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Vernio è dedicato alla quinta edizione di Dolce Chiostro, la competizione per pasticceri non professionisti che ogni anno coinvolge appassionati e tifoserie.

“Proprio ieri scadeva il termine per iscriversi alla gara e quest’anno sono una ventina gli aspiranti pasticceri che ci faranno assaggiare le loro creazioni – spiega l’assessore alla Cultura Maria Lucarini - Come sempre il concorso assegnerà tre premi alle migliori torte e una menzione speciale al dolce più bello. In giuria avremo il graditissimo ritorno di Giancarlo Bettazzi insieme a un docente della scuola alberghiera di Prato (Istituto Datini), Alessandro Baiamonte. Anche quest’anno è l’associazione Di Forchetta in Forchetta ad organizzare la competizione insieme all’assessorato alla Cultura di Vernio. La partecipazione è gratuita (sono naturalmente esclusi i professionisti) e aperta anche a chi non risiede nel Comune di Vernio.

I dolci andranno consegnati al chiostro di Palazzo Bardi venerdì 31 agosto dalle 19 alle 20. Dovranno essere presentati in modo anonimo e già completi di decorazione, non dovranno superare i 35 centimetri di ingombro e non dovranno aver bisogno di essere mantenuti al fresco. Non ci sono limitazioni per gli ingredienti. L’anno scorso il premio per il dolce più buono andò al piccolo Alessio Cangioli, appena undici anni ma con le idee già chiare su uova, zucchero e farina.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.