Prato, 25 agosto 2018 - Fine settimana in compagnia dell’ultimo film di Steven Soderbergh, regista americano prolifico e discontinuo, al cinema estivo del Castello dell'Imperatore.

Nella sua lunga carriera, grandi successi al botteghino come “Traffic”, oppure la serie di “Ocean’s”, ma anche film d’autore come “Che”, il remake di “Solaris”, “Dietro i candelabri”. La sua voglia di sperimentare nuovi percorsi lo ha portato stavolta a realizzare un thriller, semplicemente con il cellulare I Phone girato in una sola settimana. Il risultato è sul grande schermo del castello, questa sera alle ore 21.30.

L’arena estiva che si concluderà il 7 settembre con “Come un gatto in tangenziale”, prosegue per tutta la settimana, con le proposte più varie. Domenica 26, “L’isola dei cani”, animazione d’autore realizzata con la tecnica dello stop motion diretto dal quel genio di Wes Anderson, già regista di titoli stravaganti e folli come “I Tenenbaum” e “Grand Budapest Hotel”. Il 27 agosto tocca “Wajib – invito al matrimonio”, film palestinese scritto e diretto dalla giovane regista Annemarie Jacir. Il 28 torna anche l’atto quinto di una delle saghe più popolari della storia del cinema, quella di “Jurassic” inventata da Steven Spielberg nel 1993. L’ultimo episodio punta ovviamente sulla spettacolarità degli eventi. Protagonista di “Jurassic World – il regno distrutto”è ancora Chris Pratt. Al suo fianco Bryce Dallas Howard, figlia di Ron Howard.

Chi ancora non avesse visto (e apprezzato) uno dei film più belli e più importanti della stagione, può farlo il 29 agosto. “Tre manifesti ad Ebbig, Missouri”è un grande film, intenso, drammatico, a tratti disturbante, ma è davvero grande cinema. Anche grazie ad una strepitosa Frances Mc Dormand che meritatamente ha conquistato il suo secondo premio oscar. Due film italiani comunque da vedere: il 30 arriva “Io sono tempesta”diretto da Daniele Luchetti che nel corso della sua brillante carriera ha raccontato spesso i fatti e i misfatti della società italiana (“Il portaborse”, “Arriva la bufera”). Numa Tempesta, interpretato da Marco Giallini, è un uomo d’affari che si ritrova a scontare una pena per evasione fiscale in un centro sociale. Lì incontrerà Bruno, interpretato da Elio Germano. Nel cast anche Marcello Fonte che un mese dopo l’uscita del film , avrebbe stravinto al festival di Cannes con “Dogman”.

Altro film made in Italy, il 31 agosto: “Hotel Gagarin”, felice sorpresa di fine stagione. Davvero carino. Con Luca Argentero, Claudio Amendola, Giuseppe Battiston. Primo settembre in compagnia di Woody Allen e la sua “Ruota delle meraviglie”, con una strepitosa Kate Winslet.

Federico Berti