Olbia, 14 aprile 2018 – Da tempo ormai le alternative sono finite, dilapidate mano a mano strada facendo. Il Prato non ha altre possibilità: può solo e soltanto vincere per evitare la forbice e provare a salvarsi sul campo. Sapendo che potrebbe anche non bastare, che tutto dipende da quanti punti faranno gli avversari. A Olbia sembra che questi pensieri, per almeno per 45' minuti abbondanti, spariscano dalla testa dei biancazzurri. Sereni, determinati, disinvolti. E spietati, una volta tanto: l'1-0 alla fine del primo tempo arriva proprio grazie a una delle poche occasioni create, nonostante un possesso palla tambureggiante, alimentato da tocchi rapidi e precisi. Dal dischetto (rigore fischiato per mano di Cotali su cross di Bertoli) quella palla pesa eccome, ma Ceccarelli ha l'animo di ghiaccio in queste circostanze e scarica nell'angolino. L'Olbia è poca cosa nel primo tempo e si vede solo con qualche conclusione dalla distanza. Difendere il vantaggio non è però nel dna di questo Prato, fragile e sbarazzino. Bastano 11' della ripresa all'Olbia per trovare il pareggio: respinta errata di Alastra su punizione di Ragatzu, Iotti punisce di testa. I sardi giocano meglio nel secondo tempo e hanno molte più energie del Prato, che invece riscopre di colpo la paura. La squadra di Catalano arretra e l'Olbia, a conti fatti, meriterebbe la vittoria perché colpisce ben due traverse, con Silenzi e poi con Ragatzu su punizione dal limite. È un punto che serve a poco perché, nonostante il terzo risultato utile di fila, la classifica non lascia alternative. E adesso che mancano 270' alla fine della regular season le chance che restano ai biancazzurri sono sempre di meno.
Alessandro Pistolesi
Il tabellino
Olbia-Prato 1-1
OLBIA (4-3-1-2) Aresti; Pinna, Dametto, Iotti, Cotali; Pennington (35' st Vispo), Muroni, Murgia; Biancu; Ragatzu, Silenzi (26' st Mossa). (Van der Want, Pisano, Oliveira, Choe, Manca, Delvecchio, Feola). All. Mereu.
PRATO (3-4-2-1) Alastra; Cistana, Casale, Martinelli (33' pt Coccolo); Ceccarelli (16' st Orlando), Guglielmelli (16' st Bonetto), Gargiulo Piscitella; Bertoli (40' st Ghidotti), Fantacci; Akammadu (40' st Liurni). (Sarr, Colli, Rozzi, Bertoli, Zucchetti, Giannini, Kouassi). All. Catalano.
Marcatori: 46' pt Ceccarelli su rigore, 11' st Iotti.
Arbitro: Moriconi di Roma (Rizzotto-Salama)
Note: ammoniti Akammadu, Cistana e Coccolo.