Daniele Mannini in azione. E’ stata una notte con poche soddisfazioni
Daniele Mannini in azione. E’ stata una notte con poche soddisfazioni

Pontedera, 23 settembre 2018 - AL “GARILLI” va in scena un anticipo serale che trasuda voglia di calcio giocato da tutti i pori: sia padroni di casa che Pontedera, infatti, avevano saltato la prima giornata di campionato per le note vicende che stanno martoriando il regolare svolgimento delle gare, e così il debutto ufficiale di questa stagione per entrambe le compagini è datato 22 settembre. Tra le fila dei granata – ieri sera in tenuta bianca – debuttano molti dei nuovi arrivati quest’estate, tra cui ovviamente Daniele Mannini. Anche nel Piacenza ci sono diverse facce nuove, mister Franzini punta su un 4-3-3 offensivo per scardinare l’assetto di Maraia, il quale dà fiducia sulle fasce ai giovani Magrini e Giuliani.

I biancorossi locali partono in modo convinto, premendo e cercando con un buon possesso palla di trovare il pertugio giusto, mentre il Pontedera si difende con ordine provando a ripartire in contropiede. Al 16’ ecco la prima conclusione del match: l’ex di turno (uno dei tanti in campo) Della Latta sfrutta il buon lavoro di Romero e calcia con potenza verso la porta di Biggeri, con la sfera che termina di poco fuori alla destra dell’estremo difensore di Maraia. La partita è frizzante e viene sbloccata dal bomber di casa, Romero, al 24’, dopo una bellissima azione corale che porta al cross Barlocco per il centravanti biancorosso, il quale, dal cuore dell’area pontederese, trova la splendida deviazione volante col destro. Gli ospiti non riescono a replicare, anzi è il Piacenza a sfiorare il raddoppio con Barlocco che, innescato da Nicco, mette in mezzo un pallone insidioso su cui Di Molfetta non arriva di un soffio (35’). Ma le chances piacentine di raddoppiare non terminano qui: prima del riposo, infatti, c’è ancora tempo per una traversa presa da Nicco, servito da una punizione battuta intelligentemente da Sestu. In pieno recupero, finalmente, si vede anche il Pontedera: missile di Caponi da fuori su calcio piazzato, ma Fumagalli risponde presente. Ma è un fuoco di paglia, al 54’ ecco il raddoppio piacentino: Sestu conclude malamente da fuori ma Biggeri non riesce a bloccare il pallone, che schizza sulla testa di Bertoncini che fa 2-0. Dopo 7’, Mannini trova su punizione Alessio Benedetti sul secondo palo, la cui deviazione ravvicinata impegna Fumagalli: il Pontedera non riesce a sfondare. Con il passare dei minuti la stanchezza inizia a farsi sentire e la fa da padrone, il Piacenza grazie al suo maggiore tecnico gestisce l’ultima mezz’ora di gioco senza grossi patemi d’animo e porta a casa la vittoria. Il Pontedera dei giovani, invece, dovrà rifarsi mercoledì in casa contro l’Albissola.

Piacenza (4-3-3): Fumagalli; Mulas, Bertoncini, Pergreffi, Barlocco; Nicco (47’ st Silva), Marotta (30’ st Porcari), Della Latta; Sestu (30’ st Fedato), Romero (41’ st Sylla), Di Molfetta (40’ st Corradi). A disp. Calore, Basile, Troiani, Cauz, Spinozzi. All. Franzini. 

Pontedera (3-5-1-1): Biggeri; Fontanesi, Benedetti A., Ropolo; Magrini (47’ st Masetti), Calcagni, Caponi, La Vigna (34’ st Benedetti R.), Giuliani (11’ st Serena); Mannini; Pinzauti (34’ st Tommasini). A disp. Sarri, Marinca, Benassai, Vettori, Borri, Bruzzo, Pandolfi, Raimo. All. Maraia. Arbitro: Collu di Cagliari (Rotondale-Pizzi). Marcatori: 24’ pt Romero, 9’ st Bertoncini. Note: Ammoniti Pinzauti, Pergreffi e Fedato.