Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
3 lug 2022
3 lug 2022

Fantacci firma ed è ormai ufficiale Ora Zocchi dà la caccia al bomber

Dopo essersi assicurato il fantasista ex Empoli si cerca di trovare il sostituto di Magnaghi

3 lug 2022
La firma di Tommaso Fantacci
La firma di Tommaso Fantacci
La firma di Tommaso Fantacci
La firma di Tommaso Fantacci
La firma di Tommaso Fantacci
La firma di Tommaso Fantacci

Quella che si apre domani sarà una settimana che preannuncia diverse novità in casa Pontedera. Il riferimento chiaramente, visto il periodo, è all’arrivo di nuovi calciatori quando mancano ormai poco meno di due settimane all’inizio della preparazione atletica, fissato come noto a giovedì 14 luglio. Giocatori che andranno ad aggiungersi ai due che hanno già firmato tra venerdì e sabato. Uno è Tommaso Fantacci, 25 anni, centrocampista con mansioni offensive, arrivato dall’Empoli (club al quale è legato fino a giugno 2024) con la formula del prestito secco, l’altro in realtà è un volto già noto ai tifosi pontederesi perché corrisponde a quello di Giovanni Catanese, 29 anni, centrocampista pure lui ma più di interdizione, che dopo le due stagioni trascorse in maglia granata ha deciso di raddoppiare firmando per altri due anni.

"Sono felicissimo di aver rinnovato – ha dichiarato l’ex Pianese – perché Pontedera mi ha accolto benissimo sia come società che come città. L’obiettivo per il prossimo anno è fare un bel campionato raggiungendo i nostri obiettivi quanto prima possibile. E io ce la metterò tutta per dare una mano ad arrivarci". Nei prossimi giorni il direttore sportivo Moreno Zocchi regalerà all’allenatore Pasquale Catalano altre pedine da mettere nel mosaico di squadra, e soprattutto quella per un promettente attaccante under sembra la meglio avviata. Detto che ci sarà anche un incontro con Bakayoko, legato al Pontedera fino a giugno prossimo, è naturale che le curiosità dei tifosi pontederesi sono concentrate soprattutto sul nome di colui che sarà l‘attaccante principale. C’è da sostenere l’eredità dei 16 gol di Magnaghi e dei 14 di Magrassi l’anno prima, per cui la società sta valutando ogni possibile profilo in profondità. Non è detto però che l’atteso centravanti sia presente già all’inizio del raduno, proprio perché, considerata l’importanza del ruolo, la scelta deve essere quanto più possibile azzeccata. Tre-quattro obiettivi comunque sono già nel mirino e Zocchi aspetta solo il momento opportuno per chiudere.

Stefano Lemmi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?