Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Patto tra Regione e Vamas su innovazione e sviluppo del distretto del cuoio

Ponte e Egola, l'accord è satto firmato ieri nella sede dell'azienda con il presidente Rossi

Ultimo aggiornamento il 10 gennaio 2018 alle 16:59
Un momento della firma

Ponte a Egola, 10 gennaio 2018 - Il presidente della Regione Toscana ha sottoscritto questa mattina a San Miniato, nella sede dell'azienda, il protocollo d'intesa con la Vamas spa, volto al consolidamento della presenza in Toscana e dell'attività dell'azienda che opera nel comparto delle calzature. La firma per Vamas è stata apposta dall'amministratore delegato, Ivano Bagnoli, presente il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini.

L'intesa di questa mattina fa seguito e completa l'accordo di filiera per cui è capofila e che Vamas ha sottoscritto nel maggio scorso con 20 piccole e medie imprese al cui interno lavorano nel complesso circa 250 dipendenti. Quell'accordo si pone l'obiettivo di innalzare la capacità produttiva complessiva delle imprese aderenti, tutelare i livelli occupazionali e valorizzare il comprensorio di San Miniato - Santa Croce sull'Arno.

Il protocollo odierno, che ha la durata di tre anni, rafforza la collaborazione tra Regione e Vamas in ordine soprattutto alle attività di ricerca e sviluppo, di formazione del personale, all'innovazione tecnologica, alla sperimentazione di nuove metodologie produttive, alla realizzazione di nuovi insediamenti produttivi e alla localizzazione in Toscana di potenziali nuovi partner, anche attraverso la messa disposizione dei servizi regionali di assistenza e facilitazione di "Invest in Tuscany".

Il presidente della Regione nel suo intervento ha evidenziato come si sia di fronte ad una bella storia industriale, che parte da un'azienda a carattere artigianale che si è sviluppata per l'impegno della sua proprietà e dei suoi lavoratori arrivando agli attuali cento dipendenti e alla produzione di suole di qualità per i piu grandi marchi della moda. Ha quindi espresso apprezzamento per la scelta dell'azienda di porsi come capofila di una filiera, mostrando intelligenza e capacità di innovazione e volontà di fare squadra. A giudizio del governatore la Toscana è forte grazie alla presenza di questi imprenditori, capaci di investire e di innovare. È per la loro azione che in Toscana la crisi continua ad essere seria, ma è meno forte che altrove e nel caso della Vamas siamo di fronte ad uno degli esempi toscani di capi talismo dal volto umano.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.