Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Tartufo, una pepita da quasi 400 grammi scatena i selfie dei buongustai

San Miniato, il successo dei primi due giorni di mostra mercato nazionale sotto la Rocca

di CARLO BARONI
Ultimo aggiornamento il 13 novembre 2017 alle 18:27
La pepita di San Miniato

San Miniato, 13 novembre 2017 - Le piogge, il freddo, aiuteranno gli ultimi tartufi  a puntare nei boschi nell'annata più nera che si ricordi? Chissà. Mistero della natura e di quel ciclo straordinario che la caratterizza in tutti i suoi volti. Ma qualche pepita, in questi primi due giorni di mostra mercato a San Miniato, però si è vista ed è stata annusata e fotografata da centinaia  e centinaia di persone. Una, bellissima, era allo stand di "Gazzarrini Tartufi" - commercinati da generazioni, noti in Italia e all'stero : quasi 400 grammi, trovata nelle zone di Montaione e già venduta, pare, ad un misterioro acquirente. Forse straniero. Cifra, come sempre, rigorosamente top secret. Ma alle stelle senza dubbio: nelle pezzature più alze si superano quest'anno i seimila euro al chilo. Nelle top si procede a trattativa privata.  Tutto questo in una prima due giorni davvero riuscitissima nella quale è stata protagonista  anche la via Francigena con gli stand dei Comuni che affacciano sul tratto toscano e la nomina di Ambasciatore del tartufo per il pellegrino Francisco Sancho che espone a Palazzo Grifoni le foto realizzate durante i suoi numerosi pellegrinaggi.  Oltre cinquanta, inoltre, i bus provenienti dall'Italia e dall'estero hanno fatto tappa a San Miniato per visitare la Mostra.
Importante  anche l'impegno culturale. Presentato nella storica cornice della Chiesa di Piazza Buonaparte il libretto 'I pittori di San Rocco', la ristampa dell'opuscolo che racconta gli affreschi di sei pittori sanminiatesi realizzato  cinquant'anni fa, alla presenza dei tre ancora in vita che hanno raccontato i giorni in cui Dilvo Lotti li coordinò per questo straordinario progetto: Piero Vezzi, Gianfranco Giannoni e Sauro Mori.
Presente il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani che ha descritto e raccontato anche i lavori del padre Enzo, la cui personale a Palazzo Grifoni sarà visitabile fino al 10 dicembre.
Successo dei cooking show all'Officina del tartufo coordinati da Cesare Andrisano e Marco Nebbiai, che hanno animato il cuore pulsante della Mostra, con una platea che ha apprezzato tutti i piatti cucinati, insiemealla presentazione del libro di Fabrizio Diolaiuti "Alla scoperta del cibo". Grande afflusso agli stand dei tartufai e dei Vignaioli che con il nuovo allestimento hanno creato una vera e propria area di degustazione dei prodotti locali. L'appuntamento è al prossimo fine settimana.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.