ORENTANO di Carlo Baroni Sotto le lente anche il giardino della villetta, dopo campagne e boschi intorno al Paese, per cercare indizi. Al vaglio tutte le testimonianze sulla vita di Khrystyna, sugli ultimi movimenti della ragazza ucraina "avvistati" a Orentano – e riferiti dai vicini di casa – e su tutto ciò che possono sapere i vari soggetti che, a vario titolo, entrano, o sono entrati, in questa storia. La Squadra Mobile di Brescia ha sentito anche la testimonianza di Rada Garmash, la connazionale che vive in Italia e che, contatta dall’Ucraina dalla madre della ragazza per ricevere aiuto dopo che la figlia non...

ORENTANO

di Carlo Baroni

Sotto le lente anche il giardino della villetta, dopo campagne e boschi intorno al Paese, per cercare indizi. Al vaglio tutte le testimonianze sulla vita di Khrystyna, sugli ultimi movimenti della ragazza ucraina "avvistati" a Orentano – e riferiti dai vicini di casa – e su tutto ciò che possono sapere i vari soggetti che, a vario titolo, entrano, o sono entrati, in questa storia. La Squadra Mobile di Brescia ha sentito anche la testimonianza di Rada Garmash, la connazionale che vive in Italia e che, contatta dall’Ucraina dalla madre della ragazza per ricevere aiuto dopo che la figlia non rispondeva al telefono da giorni, è stata la prima dalla Lombardia a diramare appelli (il primo a La Nazione e poi sui social) ed a fare da ponte con l’Italia.

"Ho raccontato com’è avvenuto il primo contatto con la famiglia della ragazza – spiega Garmash – e tutte le informazioni che sono riuscita a raccogliere per aiutare il ritrovamento di Khrystyna, che non conosco personalmente. Ho solo raccolto la richiesta di aiuto di un genitore disperato. La polizia sta facendo molto e con impegno per capire come sono andate le cose". Raga Garmash nei giorni scorsi, per parlare di questa vicenda, è stata ospite anche di alcune trasmissioni televisive. E nel giallo sotto i riflettori aumentano i misteri attorno alla scomparsa della 29enne sparita una manciata di ore dopo l’arresto per armi e droga del compagno 41enne (un imprenditore del settore delle pelli). Chi l’ha visto? – nell’ultima puntata, attraverso la testimonianza di due vicini – ha parlato di un taxi che un paio di settimane prima della scomparsa di Khrystyna viene visto in piena notte accompagnare un uomo – sono circa le 3 del mattino – che cerca una ragazza russa. Cerca Khrystyna? Il taxi è stato fotografato e della circostanza la vicina ha riferito agli inquirenti. Ma quella notte non sarebbe stata l’unica in cui il taxi è arrivato a Orentano. La donna che lo aveva fotografato, nei giorni successivi, ne ha parlato con altri che abitano nella corte e uno avrebbe detto di averlo visto più volte. Il passeggero del taxi, in un circostanza avrebbe suonato il campanello, sarebbe entrato dentro il cancello della villetta, avrebbe "discusso con l’imprenditore", ma poi sarebbe uscita la ragazza con dei soldi e glieli avrebbe consegnati. Il taxi, verosimilmente partito da Montecatini, portava sempre la stessa persona? E chi? A questo punto altre domande alimentano il mistero già arricchito di ragazze russe che portano via il cane quando la ragazza non c’è più, e di telefonate ad un’amica in Ucraina poche ore prima di far perdere le tracce.

Ma qual era il mondo di Khrystyna in Italia? Quali personaggi popolano la sua esistenza nel Bel Paese? Cosa c’è dietro la scomparsa? Indagini e ricerche, si apprende, sono serrate. Gli inquirenti stanno vagliando anche tutte le testimonianze rese dai vicini per ricostruire un puzzle forse più grande di quanto poteva apparire inizialmente. La ragazza è stata rapita? L’indagine – disposta alla Procura di Pisa – per sequestro di persona è in pieno svolgimento, coperta dal massimo riserbo.