Dario Carmassi (Foto Luca Bongianni/Germogli)
Dario Carmassi (Foto Luca Bongianni/Germogli)

Bientina (Pisa), 23 febbraio 2021 - Dalla tranquilla passeggiata domenicale... alla rabbia in mezzo al giorno di festa. E’ stato un attimo per il sindaco di Bientina, Dario Carmassi. Colpa degli incivili che hanno scaricato un mezzo camioncino di rifiuti di ogni genere fuori dal cancello dell’ex azienda Ovoricchi. Ancora vandali della spazzatura sulle strade di Bientina. E, questa volta, la rabbia del sindaco è quasi incontenibile perché il cumulo di sudicio, che Carmassi ha scoperto durante una camminata domenicale rigorosamente dentro i confini comunali a causa delle restrizioni per il Covid, è apparso quasi nelle stesse ore dell’inaugurazione del nuovo centro di raccolta comunale che lo stesso sindaco ha inaugurato sabato scorso insieme all’assessora all’ambiente Desiré Niccoli, Giuseppe Merico responsabile impianti di Geofor, l’assessora regionale Alessandra Nardini e il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo.

«Che siate maledetti – ha scritto Carmassi sulla sua pagina facebook – Sappiate che risaliremo a tutti voi, come siamo risaliti a decine di criminali della vostra stessa bassezza. Sappiate che ogni atto del genere pesa non solo sull’ambiente, ma anche sulle tasche di tutti noi, perché far pulire la conseguenza di questo misero gesto costa. Ricordate che non ci sarà nessuna riduzione di pena, non varrà nessuna pietosa scusa. E non azzardatevi a girare il tavolo: questo vostro rigurgito di inciviltà non ha niente a che fare con Geofor, né con il Comune. Spero di potervi guardare presto negli occhi. Maledetti". "Gli operai del Comune adranno a controllare, muniti di guanti, mascherine e dei sistemi di protezione dal Covid – aggiunge il sindacao Carmassi – se nei sacchetti ci sono tracce che possano ricondurre agli autori dello scarico. Ricordo che se si tratta di scarti di aziende è prevista la denuncia penale".

Lo scorso anno la polizia municipale del Comune di Bientina ha sanzionato 50 persone per abbandono di rifiuti. In questi primi cinquantatrè giorni del 2021 le multe sono già 13. Nel 2020 sono anche state denunciate penalmente due persone. Inoltre, sul territorio sono dislocate 2 telecamere/fotocamere mobili che vengono nascoste nei punti più critici dove vengono lasciati i rifiuti, mentre sono oltre dieci le telecamere fisse posizionate sul territorio. Altre potrebbero essere installate per il controllo ambientale.

gabriele nuti