Una Volante della polizia

Santa Croce sull'Arno (Pisa), 12 giugno 2018 - Una vera e propria "palestra" per ladri, con casseforti da scassinare come allenamento. Per poi procedere ai colpi veri. Un gruppo di georgiani è nei guai. Ad incastrare la banda, composta da 4 persone tra i 30 e i 40 anni, lo scontrino che comprovava l'acquisto di un piede di porco ritrovato sul luogo di un furto avvenuto in un'abitazione di Montevarchi (Arezzo) lo scorso agosto.

Da qui gli uomini del commissariato di Montevarchi, di concerto con la squadra mobile di Arezzo e di Siena, sono risaliti fino ai quattro georgiani residenti a Santa Croce di cui due parenti tra di loro. Due sono attualmente in carcere a Pisa dopo l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla autorità giudiziaria di Arezzo e due sono stati denunciati.

I furti accertati sono tre, nel caso di Montevarchi con svariate migliaia di euro di refurtiva ma sono in corso indagini per verificare se altri colpi avvenuti con la stessa dinamica siano attribuibili ai quattro stranieri. Sul luogo del furto di Montevarchi i ladri avevano anche festeggiato bevendo del vino mentre per allontanarsi dai luoghi colpiti usavano auto sempre diverse nella disponibilità di due prestanome del Nord Italia. A uno ne risultavano intestate ben trecento.